come piace a mia moglie

Hits: 5

Sono il marito di una giovane coppia sposata da 2 anni io 33 lei 28 e vi racconto come piace scopare a mia moglie.
Infatti a volte si sente molto dominatrice e vuole essere lei a scoparmi, io ne sono molto felice perchè fa tutto lei e io mi gusto lo spettacolo.
L’unica cosa che mi concede e preparla per la penetrazione infatti vuole che gli lecchi per bene la sua fighetta che non è rasata ma tiene il pelo molto corto a spazzola direi, che comunque quando la lecco il pelo non da fastidio.
Quindi comincio a baciarla tutta e leccarla dove le piace fino ad arrivare alla sua figa e lei da brava troia allarga al massimo le gambe concedendomela tutta, comincio a penetrarla leggermente con la punta della lingua, le sollevo le labbra che sono ancora molli e non sporgenti e gliele succhio tirandole in fuori, alternando con la lingua dentro la vagina.
Dopo circa 5 minuti di lavoro le labbra sono diventate dure e sporgenti ( credo si possa paragonare ad una donna che prende in bocca un cazzo molle e se lo sente diventare duro fino alla gola ) ed già molto bagnata.
A questo punto tocca a lei, mi fa distendere bene a pancia in su sul letto, comincia a sua volta a leccarmi e scende fino al mio cazzo, controlla che sia già scappellato altrimenti con un colpo secco di mano partendo dalla punta provvede lei a farlo, provocandomi un certo dolore che subito mi passa appena lo prende in bocca fino alla radice. Ma piü che un pompino e solo un insalivamento del membro.
Difatti appena lo ritiene pronto e ben lubrificato si gira dandomi le spalle e con una mano mi afferra il cazzo puntandolo nella vagina e con l’altra si allarga la figa per riceverlo.
Appena sente ben inserita la cappella appoggia le mani sulle mie ginocchia ed appena pronta con un colpo secco si lascia affondare anzi, se non è ben bagnata a volte deve proprio spingere bene per prenderlo fino alle palle. Credo che le provochi anche un po di dolore come del resto a me, perchè la pelle del mio cazzo subisce uno sforzo notevole di strappamento dalla cappella. Rimane li impalata sopra per alcuni secondi e dopo comincia un leggero sali-scendi con le natiche,che diventa sempre piu veloce.
Io con le mani le afferro le chiappe o i capezzoli duri come chiodi, il suo movimento è sempre piu veloce e facilitato dai suoi umori vaginali, comincia ad ansimare sempre di piu e sfrutta tutta la lunghezza del cazzo quasi a volerlo sempre piu lungo e dopo circa 5-10 minuti senza che abbia mosso un muscolo esplode in un orgasmo fantastico per lei, praticamente urlandolo anche ai vicini e prosegue fino a calmare i suoi spasmi che le giungono dalla vagina.
Poi dopo avermi detto di aver goduto come una vera troia mi dice di prepararmi che adesso sarebbe toccato a me.
A questo punto senza far uscire il pene appoggia non piu le ginocchia ma le piante dei piedi all’altezza dei miei fianchi in modo da potermi scopare meglio.
Questa è una posizione fantastica sia per me, che per lei, infatti io le vedo il suo bellisssimo culo e la sua figa ben dilatata dal mio cazzo che sembra spaccarla in due, lei dal davanti mi vede le palle e il cazzo che la penetra.
Quindi con le mani sulle sue ginocchia e aiutata da me, che con le mie le afferro le chiappe cercando di aprirgliele sempre di piu, riprende il suo moto da vera vacca.
Lei dice che le piace godere nella posizione precedente perchè dice che i suoi muscoli sono piu rilassati e gode di piu, mentre in questa la vagina è piu in tensione, infatti sembra molto piu stretta anche per me come se cercasse di mungermi per strapparmi lo sperma e sentirlo nella pancia. Mentre mi scopa assestandomi colpi terribili sull’uccello e aiutata dalle mie mani che le danno il ritmo, dicendomi che è una vera troia, che vuole essere spaccata dal mio cazzo, di farla godere come una puttana e di sparargli dentro tutta la sborra ( usa la pillola ). Io sempre tranquillo nella mia posizione posso godermi lo spettacolo senza fatica ma lei mi eccita molto sentirla cosi del resto la sua vagina in questa posizione mi avvolge il cazzo come se volesse toglierli la pelle di dosso, e difatti dopo un po di turpiloquio suo le sparo fiotti di sborra calda fino in fondo all’utero facendola godere una seconda volta, ma non è intenzionata a fermarsi e prosegue facendomi vedere lo sperma che mischiato ai suoi umori cola fuori dalla sua vagina.
A questo punto si alza dal pene facendolo uscire e gli rimane sopra, la sua vagina sembra rimanere aperta come se se si fosse abituata al cazzo che aveva dentro e quasi subito gli cola fuori la sborra a grande quantita che le avevo lasciato dentro, facendola colare sul mio cazzo ormai sfinito. Finito di colare si gira sdraiandosi su di me con la bocca ancora all’altezza del mio cazzo completamente ricoperto di sborra, lo solleva cominciando a succhiarlo come a volerlo ripulire, infatti lo succhia avidamente ma invece di ingoiare lo sperma lo scarica sulla mia pancia facendomi vedere quanta gliene ho messo in vagina.

Commenti [14]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *