E’ una amico molto riservato

Hits: 2

Ero in giro in città vista la bella giornata di sole,dopo un caffè in un bar mi ritrovai al centro a pochi metri dall’atelier di Tina, pensai alla volta che ero andato con Carla e mi ritrovai a pensare a Sabrina la ragazza che lavorava come modella in Atelier.
La sua bellezza mi aveva colpito subito,alta,giovane 17enne,le sue forme perfette,il suo viso ed il suo modo di fare sesso.
Cunsultai la rubrica del telefonino trovai il suo numero e gli mandai un messaggio tramite WhatsApp: Ciao bellissima creatura,vorrei rivederti per un saluto e per ammirare ancora la tua bellezza.Se vuoi ti aspetto al bar dove ci siamo visti la prima volta,sono lì ad aspettarti… andai al bar sedendomi ad un tavolo.
Lo squillo del telefonino arrivò dopo pochi minuti dell’avvio del mio messaggio,risposi e la sua voce:
Sabrina–pronto? Sei tu?
Io– si,
Sabrina sei davvero al bar?
Io–si sono al bar
Sabrina–Non muoverti arrivo in pochi minuti..
Infatti dalla vetrina la vedo arrivare è ancora più bella di come la ricordavo entra nel bar mi saluta e sedendosi:
Sabrina–sei vero? Come stai?
Io–bene e tu?
Sabrina–sono felice di rivederti…mi dice fissandomi negli occhi
Dopo una breve chiacchierata mi dice che deve rientrare in Atelier,ma vuole che la passi a prendere a fine turno alle 15,00.
Io– ma Tina è in Atelier?..vedo il suo viso rilasciare una smorfia di delusione.
Sabrina– si.
Io– bhe allora ti accompagno..le dico alzandomi e prendendola per mano la porto fuori dal bar,verso il locale dove lavora,il tragitto lo facciamo in silenzio.
Entriamo ed altre ragazze sono indaffarate a lavorare,Sabrina si avvicina a una di loro parlottano ritorna verso di me:
Sabrina–è sù,ricordi?
Io– si.
Lei viene ad aprirmi la porta che mi introduce all’interno del palazzo:..secondo piano,è aperto c’è una cliente…
Entro,non c’è nessuno,mi siedo su una poltrona ed aspetto fumando una sigaretta,dieci minuti dopo si apre una porta ed appare Tina che scorgendomi si avvicina:..aspetta La signora Roberta?…
Io– la guardo e sorridendo…no aspettavo te..lei resta a fissarmi,quando è sicura della mia identità:
Tina–Ciao,come stai? Sei solo?
Io–si sono solo…ci baciamo
Tina– ho una cliente che ha voluto vedere gli ultimi arrivi,la servo subito e sono da te..si avvia,poi si ferma..la vuoi vedere? aspetta qui…
Tina riappare poco dopo seguita da una signora che è avvolta in una vestaglia di raso poco sopra al ginocchio aspetto giovanile,bionda,molto truccata,su scarpe con tacco,Tina la porta a pochi metri da me e rivolgendosi a lei:
Tina–Roberta si faccia vedere e consigliare da questo mio amico riservato..la porta vicinissima,le fa fare un giro su se stessa poi guarda me:
Tina– cosa ne dici?
Io– gli stà benissimo,anche se…allungo una mano verso il corpo della signora
Tina è più veloce di me piazza una sua mano sulla natica di lei e dopo una carezza tira la stoffa su un lato..si hai ragione,tira qui,dobbiamo provarne un altra…mi dice facendomi l’occhietto,rientrano.
Escono con Roberta che indossa stavolta una vestaglia molto più corta che lascia scoperte le gambe molto di più,la porta sempre a pochissima distanza…Questa gli cade a pennello,senti,tocca…mi dice invitandomi a toccare una natica,mi alzo e mentre allungo la mano Tina ha alzato la vestaglia mostrandomi il culo di lei in una mutandina di pizzo,la mia mano va sulla natica Roberta al contatto della mia mano ha come una scossa,ma Tina:..si hai ragione ci vorrebbe una lingerie più leggera..corre subito nelle camera da cui sono uscite,mentre Roberta si fa guardare da me che le sono davanti e gli guardo il seno,gli slaccio la cintura delle vestaglia,lei ha lo sguardo girato da un altra parte il suo respiro è affannoso,le sue gote sono leggermente arrossate con le mani tiene i lembi della vestaglia senza chiuderla,ricompare Tina con un completino intimo di colore rosso si porta di fianco a me:..cosa ne dici?..mostrandomi i capi di intimo che ha in mano.
Roberta ci guarda sempre più nervosa mordendosi il labbro inferiore,ciò non sfugge a Tina che subito gli sfila la vestaglietta,lei restando in reggiseno e mutandine cerca di coprirsi con le mani ma Tina:
Tina–su provi queste..detto ciò gli tira in giù la mutandina che indossa,lei cerca di coprirsi girandosi.
Tina–Non mi dica che ha vergogna,le ho detto che lui è un conoscitore di moda ed è riservato..gli dice questo continuando il suo lavoro facendo sfilare prima un piede poi l’altro.
Roberta ha vagina curata senza peli,le gambe hanno un pò di cellulite legata all’età (66),gli fa indossare un perizoma ma quando è a mezza coscia…aiutami..mi dice,con me che capito il suo gioco mi presto a raggiungere le sue mani e tirando in sù il perizoma lei fa in modo di lisciare la fessura di Roberta con il dorso della mano,la fa girare il filo del perizoma si è perso nel solco,lei subito lo tira fuori dalle natiche facendo scorrere un dito che accarezza le natiche,poi è lesta a sgangiarle il reggiseno,i suoi seni appena cadendi saltano fuori.
Tina gli fa indossare il reggiseno e tastandogli il seno mi dice…allora?
Io– uhm non so,forse…adesso sono io che ho preso i suoi seni nelle mie mani schiacciandoli e giocando con i suoi capezzoli che spingono contro la stoffa a voler uscire,sento un suo:..ohh..contenuto,mentre Tina è con le dita all’interno del perizoma e con la scusa di aggiustare la stoffa il dorso della sua mano gioca sulla fessura di lei.
Le due rientrano con Tina che tiene spudoratamente una sua mano sulla zona sacrale di lei,il mio membro si è indurito ed ha formato un bel bozzo nei calzoni che le due hanno notato,Roberta ha tenuto addirittura lo sguardo fisso sul bozzo.
Tina esce chiamandomi;..puoi venire un attimo?
Entro in camera Roberta è ancora in perizoma,non indossa il reggiseno vedendomi non tenta nemmeno di coprirsi,Tina è seduta innanzi a lei sul letto,mi fa segno di raggiungerla quando sono di fianco a lei..diglielo anche tu che sta molto bene con quel completino…dicendo questo la sua mano va sulla mia natica la tasta ne sente la durezza.
Io–le sta molto bene,anche se io la preferisco senza…le dico guardandola negli occhi,lei si copre con una mano il seno e con l’altra la vagina.
Tina–inizia a sbottonarmi,poi la guarda:..le ho detto che è riservato,molto riservato..ha tirato fuori il mio membro:..che bello,vede come è bello duro…le dice segandomi,Roberta ha gli occhi fissi sul mio membro,tenta di coprirsi ancora di più,ma Tina è implacabile:…su venga lo tocchi,le ripeto è molto riservato,si vede che ne ha voglia,lui è qui per questo…la sua bocca si chiude sulla mia cappella,la sua lingua percorre la lunghezza dell’asta,allunga una mano e prende Roberta per un braccio la tira verso di noi,lei è di fianco a me guarda la testa di Tina sul mio membro.
Roberta ed io ci guardiamo,porto la mie mani sul suo seno,dopo averle tolto delicatamente la sua mano gli strizzo i capezzoli gia duri,poi ne prendo uno tra le labbra leccandolo..uhmm…
Per Tina è il segnale,la sua mano si porta tra le gambe di Roberta,la sua testa si muove sempre più veloce sul mio membro risucchiando rumorosamente sul glande,ha spostato la stoffa del perizoma di lei e dopo aver inumidito le sue dita in bocca sul mio pene li piazza nella fessura di lei,che adesso cala le barriere avvicinando il suo viso al mio,le nostre labbra si sfiorano,le bocche si aprono e accogliono le rispettive lingue,Tina prima di alzarsi ha tolto del tutto il perizoma,poi ha portato la mano di Roberta sulla mia asta ed inizia a spogliarsi.
Siamo sul letto Tina ha messo il suo viso sulla vagina di lei,la sua lingua guizza all’interno alla ircerca della clitoride,io ho portato il mio membro alle labbra di Roberta che ha un attimo di titubanza ma poi si fionda famelica su di esso facendo scomparire nella sua bocca buona parte di esso.
Tina alza la testa e guardandomi…mi sei mancato,non ne ho trovato più come il tuo….
poi lascia la vagina di lei e leccandogli un capezzolo…lo vuoi dentro vero?..dice a Roberta che guarda prima lei poi me:..siiii..
Le alzo le gambe e dopo una carezza con la mano alla vagina,avvicino il membro al clitoride lo sfrego e con due colpi la penetro…ohhh siiiii….Tina si è piazzata con la sua vagina sul suo viso..leccamii….e con le mani gli turtura i capezzoli.
Roberta è stretta ma la quantità di umori rendono la penetrazione più agevole,affondo con colpi secchi in lei che gradisce…si cosììì che bellooo…Tina mi bacia e mi sussurra…spero che riservi qualcosa anche a me…la guardo…certo ma voglio che tu mi faccia un favore….
Tutto quello che vuoi,lo voglio ovunque…
L’orgasmo di Roberta è subito arrivato:..godoooo…la faccio mettere a 4 zampe e gli entro di nuovo in vagina…così lo sento tuttoooo…Tina si è èortata di fianco a me si mette un dito in bocca e lo introduce nel culo di Roberta..ohhhhh….
Io gli limo la vagina e Tina gli ha infilato due dita nello sfintere e tenta con il terzo,sputa sul buco e con un dito introduce la saliva all’interno mentre Roberta:..Signore mioo godoooooooooooo….si lascia cadere di lato,con me che mi porto dietro Tina e la penetro senza riguardi…ohhhhhh che cazzoooooo muovitiiii….
Faccio dei cenni a Roberta che si posiziona di fianco a me,la bacio,le nostre lingue si aggrovigliano,prendo una sua mano gli faccio succhiare un dito e poi la porto sul buco di Tina,Roberta capisce e introduce il suo dito nel culo di Tina che gradisce…si apritemi tutta,lo voglio anche lì…..adesso è Roberta che cerca la mia bocca,io ho portato una mia mano nel suo solco ed ho introdotto un dito nel suo buco.
Quando Tina annuncia il suo orgasmo:…vengoooooooo…dico a Roberta di aprire un cassetto e prendere i profilattici,mi sfilo da Tina ma gli limo con un dito il culo e faccio capire a Roberta di mettermi il profilattico,con pazienza entro nel culo di Tina che sembra ululare:..uhhhh uhhh siii mi piace…econ una mano si masturba,dico a Roberta di mettersi vicino a lei nella stessa posizione se vuole che gli faccio il culo,non aspettava altro,subito si posiziona facendo un lingua in bocca Tina che ha portato anche la mano nella vagina di lei.
Roberta gli ricambia il favore masturbandola,così mentre viene inculata e masturbata l’orgasmo la raggiunge…come godooooooo…cambio profilattico con Tina che sdraiata sotto Roberta gli lecca la vagina,io dopo una breve resistenza con un pò di pause sono tutto dentro lo sfintere di Roberta:…muoviti,stò morendo di piacereee….
Ai miei piedi le loro bocche aperte spartiscono i fiotti di sperma che escono dal mio membro chiudendo il tutto con un bacio tra di loro.
Roberta è andata via con 4 buste di capi aquistati,ha staccato un assegno con trecento euro in più per il piacere raggiunto,mi ha baciato:…grazie,ci vedremo molto presto….
Rimasti soli Tina mi chiede:
Tina– mi avevi chiesto un favore,allora?
Io–devi permettere a una delle tue ragazze di passare due giorni con me..
Tina– certo, chi vuoi?
Io–Sabrina
Tina–anche una settimana se tu mi prometti che verrai una sera a casa.
Io– ok
Siamo in negozio Tina chiama Sabrina ,le due parlottano,mentre Tina viene verso di me Sabrina scompare nella zona dei camerini.
Tina–questi sono tuoi…sono i 300 euro,…Sabrina ha una settimana libera,ma tu ricordati la promessa,
Vedo Sabrina venire verso di noi,dico a Tina..tu chiamami ed io vengo..
Tina–sabato sera..
Io e Sabrina usciamo,quando siamo lontani dal negozio si ferma.
Sabrina–l’hai scopata vero?
Io–si a lei e la cliente
Sabrina–dove andiamo?
Io–voglio farti conoscere una bellissima donna…ci avviamo verso casa di Lia………………………..

Commenti [9]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *