english tea

Hits: 10

qualche mese fa ho conosciuto su un blog di fotografia una ragazza molto carina residente a New York ed appassionata come me di fotografie. Dopo i primi approcci fatti di complimenti hai reciproci lavori, sono riuscito a entrare in confidenza e quindi con il tempo ho creato un rapporto piuttosto intimo con Grace.
Abbiamo passato questi ultimi mesi parlando di arte in internet ma inevitabilmente, i nostri discorsi in alcuni casi sono diventati un po’ piu’ personali andando a cadere anche sulle nostre perferenze e fantasie in campo sessuale…. Grace e’ una ragazza filiforme con un seno piccolo , capelli rossi e occhi verdi….la prima volta che la vidi in cam pensai fosse una modella per le sue forme molto marcate e quella prima scarsa di seno che lasciava pero’ intravvedere sempre dei capezzoli turgidi. in ogni caso mi confido’ un giorno di apprezzare sia uomini che donne, anche se la sua relazione ideale era sempre stata quella con un uomo diciamo deciso, un uomo ch eama prendere in mano la situazione e ch esappia dirigerla nel gioco sessuale.
non avevamo mai parlato esplicitamente di pissing ma si intuiva che poteva essere aperta a diversi ti pi di esperienze se la situazione lo consentiva.
dopo tanti mesi di chat , beh…la situazione arrivo’: venne in italia per delle vacanze e quidi decidemmo di approfittare per incontrarci dal vivo e farci due chiacchiere con calma.
il suo aereo e’ atterrato il 9 settembre a milano alle 16 del pomeriggio ed io ero la ad aspettarla, ansioso e anche un po imbarazzato per quello che sarebbe stato il nostro primo incontro.Inaspettatamente, l’impatto quando la vidi arrivare al check out fu molto sciolto quasi come se ci fossimo conosciuti da una vita. questo fatto mi diede coraggio e andando verso casa cominciai a farle i complimenti che una ragazza cosi bella si meritava. lei sembrava apprezzare ogni mio complimento anch ese sembrava un po agitata tant’e che continuava ad accavallare e scavallare le gambe che tra le altre cose, erano generosamente messe in mostra da una gonnellina molto primaverile ed un tacco non altissimo ma che lasciava vedere il piede scoperto. L’agitazione era communque sempre presente in entrambi quindi mi limitai a farle complimenti senza essere troppo invadente per paura di spaventarla…(d’altra parte era con uno Sconosciuto su un auto dall’altra parte del mondo)…arrivati a casa per sciogliere la situazione le ofrii qualcosa di alcolico da bere ecominciammo a chiacchierare…
tra una chiacchiera e l’altra il mio sguardo continuava a cadere sulla sua pelle bianchissima e delicata dell esue cosce ben tornite e notavo con piacere che non facevaniente per coprirsele…visto che cominciava a crearsi feeling mi venne in mente la mia amica (una compagna di giochi) che avevo avvisato di venire a suonarmi per togliermi da un eventuale situazione imbarazzante.
Avrei dovuto chiamarla per dirle di non passare che fortunatamente non avevo bisogno di lei quando decisi di lasciarla passare e vedere cosa sarebbe successo…male che andava ci saremmo bvuti qualcosa in tre e poi l’avrei accompagnata alla porta.
dopo un ora di chiacchiere e tre spritz suono’ alla porta barbara. Grace sembrava agitata ma quando le spiegai che era un amica si tranquillizzo subito.
“ciao…io sono barbara..piacere” cosi’ si presento a Grace…
“nice to meet you barbara…paolo never told to me about you…”
barbara indossava una gonna a tubo nera con una camicetta bianca e tacchi altissimi neri….(non so perche si fosse vestita cosi visto che erano le 4 di pomeriggio ma la cosa non mi dispiaceva e a quanto pare nemmeno a grace.)
il fisico di barbara era molto diverso d aquello di grace…un classico fisico mediterraneo…mora con una carnagione scurissima. si sedette sul divano di fronte a me e grace e nell’accavallare le gambe riuscimmo a intravvedere le sue mutandine nere piccole piccole che a malapena coprivano quell’albicocca succosa ch eaveva tra le gambe..
per la prima volta da quando ci eravamo visti grace cerco’ il contatto con il mio corpo appoggiando la mano sulla mia gamba mentre sembrava essere rapita dal panorama ch ebarbara stava mostrando a entrambi..
barbara non era per niente imbarazzata…forse avevaproprio cercato la situazione e grace cominciava a essere troppo brilla per riuscire a contenere il suo interess everso quel corpo femminile.
Barbara stava giocando con entrambi e a un certo punto scavallo’ le gambe….e disse.:
-do you like Grace….?
– what…. cosa?
-my skirt…la mia gonna…
– sure it s a nice skirt…
la stava sciogliendo per arrivare a quello di cui io e lei avevamo fantasticato un sacco di volte quando eravamo da soli….praticare pissing su unadonna sottomessa….
a quel punto cominciai a fare da spalla a barbara e accarezzai le gambe di grace che erano sempr epiu rilassate e ricettive verso le sensazioni che si stavano creando in casa…
spinto dall alcol alzai un po la gonna a grace facendo vedere le mutandine bianche da brava bimba a barbara; mutandine che grace non si affretto’ a coprire…anzi…quasi in modo inconsapevole e automatico fece per sfiorarsi il monte di venere per poi accorgersi che si stava lasciando andare troppo…
a quel punto il colpo di genio di barbara…:
– do you want something more to drink grace?
– o no thank…for today i say no to alcol…
e barbara…” questo non e’ alcolico…e’ una bibita italiana, va bevuta stando sdraiti e ti piacera”
barbara sapeva dove poteva arrivare ed era eccitatissima…
Grace accetto di provare quest abibita italiana a patto non fosse alcolica.
si sdraio per terra e con la scusa di non farle vedere gliingredienti le dissi che doveva coprirsi gli occhi con una benda…
una volta ch egrace aveva la benda, barbara si alzo e tolse le mutandine facendo meno rumore possibile per non fare accorgere Grace di quello che stava facendo…
grace era curiosa ma un po spaventata…ma la cosa la eccitava….si vedeva da come teneva le mani e da come sdraiandosi nn avesse avuto nessun minimo timore nel mostrare le sue nudita’…
molto lentamente,…barbara si mise in piedi sopra la testa di grace…si alzo pian piano la gonna tubino mentre io la guardavo….
grace sentiva solo i rumori ma nn poteva capire fino in fondo quello che stava succedendo….
nel frattempo mi accorsi che una gocciolina di nettare di barbara le aveva segnato lacoscia interna…..era eccitatissima e non vedeva l’ora di fare quelloche aveva sempre sognato su una donna…
sei pronta grace?
yes..i m ready…
apri l abocca…
barbara si accovaccio sul viso di grace mantenentdo pochi cm dalla bocca di grace…a quel punto grace aveva intuito cosa stava succedendo….
istintivamente grace tiro fuori la lingua per tentare di toccare il sesso di barbara ma in quel preciso momento…usci un fiotto ch ele lavo’ la faccia e le entro in bocca…
la prima reazione di grace fu quella di voltarsi di scatto al punto ch epensammo di aver esagerato…barbara quindi fermo il getto…
dopo essersi pulita il viso con la mano pero’ grace con calma e sempre con la benda si giro’ e disse…More…a quel punto barbara svuoto la sua vescicca in gola a grace che fece di tutto per non perderne una goccia mentre avevo notato ormai in ritardo si stava sgrillettando…
da quel giorno grace passo’ tutta l asettimana di vacanza a casa mia per incontrare me e barbara….

Commenti [30]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *