il ritorno dal viaggio di nozze

Ciao, mi chiamo Vito, 29 anni, fisico importante, 1.80 di altezza per 80 kg, come hobby faccio il triatleta e allenarmi per queste gare mi mantiene in forma. Questo è il seguito del racconto “La Sposina”.
La mia coppia di amici neo sposi Gianni e Sabrina è tornata dal viaggio di nozze, ed una sera ha organizzato una cena per pochi intimi per vedere un po’ di foto del loro viaggio (solito giro di isole caraibiche). Dopo una bella cena condita da un ottimo vino ci posizioniamo davanti alla tv per vedere le suddette foto. Spiagge paradisiache, mare cristallino ed un sole onnipresente facevano da contorno a tutti i loro scatti. Benché ci fossero molte foto con solo loro 2 presenti, vedevo anche molte altre con persone conosciute nei villaggi da loro frequentati. Mi soffermai molto su una coppia mulatta della nostra età che compariva più volte. Lui fisico scultoreo, alto almeno 190 cm con muscoli scolpiti, una vera bestia; lei venere nera, alta anche lei (almeno 1.80), fisico scolpito, con una quarta di seno che sicuramente stava su da solo, il culo purtroppo non era visibile nelle foto, ma sicuramente sarà stato all’altezza del resto.
Durante la proiezione mi avvicino ad Gianni e mi complimento per la scelta degli amici durante la vacanza.
Io: “Gianni, complimenti per la mulatta, uno spettacolo, sarà stato un massacro starle vicino”
Gianni: “Chi? Claudia? Non è parliamo, mi era difficile parlare con lei, stavo sempre a guardarle il culo, Sabrina si è anche incazzata un paio di volte.
Io: “Anche di tette sta messa bene!”
Gianni: “Vero, ma il culo è uno spettacolo, lo sai che ho un debole. Poi un’altra volta ti faccio vedere altre foto che ad altri non posso far vedere.”
Quest’ultima frase mi insospettisce, che sia riuscito a scoparsela durante la vacanza, o forse è riuscito a fare qualche foto di nascosto. Torno a casa con questo dubbio, prima di addormentarmi mi arriva un messaggio; è Gianni che mi manda una foto di un meraviglioso culo senza mutanda, è di colore nero, mi scrive sotto “Domani sera non prendere impegni che ti faccio vedere il resto”.
Il giorno dopo lo tempesto di messaggi, chiedendo anticipazioni, ma lui non cede. La sera arrivo da lui e c’è anche la moglie Sabrina, che tutta abbronzata al ritorno dalla vacanza mi fa ancora più sesso, ma come promesso ormai è off-limits per me. Mi accolgono in maniera calorosa, poi lui dice alla moglie che deve farmi vedere delle cose che riguardano il mio lavoro, lei dice che non le interessano e va in camera da letto. Lui imposta il computer e apre una cartella nascosta piena di foto.
Gianni: “Che rimanga qui tutta la storia, so il tuo debole per le donne di colore e quindi ti faccio vedere tutto, anche perché so che non te ne sei mai fatta una, così rosichi un po’.” Comincia a raccontare
“Arriviamo in questo super villaggio a Santo Domingo, spiaggia incredibile, hotel fantastico, come te lo fanno vedere in foto. Nel pacchetto che avevamo preso (quello per le coppie in viaggio di nozze) erano previste escursioni in barca; in una di queste escursioni abbiamo conosciuto Xavier e Claudia, colombiani, anche loro in viaggio di nozze. Come l’ho vista mi è partito l’ormone, volevo scoparla davanti a tutti; devi vedere Sabrina come la guardava, se la voleva quasi mangiare. Abbiamo fatto amicizia, veramente simpatici, nella comunicazione a volte c’erano problemi, ma con i gesti ci si capiva. Da quella gita in poi eravamo sempre insieme.
Una sera siamo andati a ballare, lei si è presentata con un vestito super sexy, una mini da paura, era difficile passare inosservati per lei quella sera. Anche Sabrina si era messa di impegno, ma non reggeva il confronto. Dopo un paio di cocktail abbiamo cominciato a ballare sul serio, lei si dimenava in una maniera sinuosa da femme fatale, ballavamo con le nostre donne, quando senza che ce ne accorgessimo c’è stato un scambio di coppie. Sabrina ha cominciato a ballare con Xavier, invece Claudia con me. All’inizio sembrava un gioco innocente, quando poi lei si è girata dandomi il culo e si è piazzata proprio sul mio cazzo, strusciandosi, io ero arrapato e sicuramente lei l’ha sentito. Sabrina vedendo Claudia, l’ha imitata e ha cominciato a strusciarsi su Xavier. Era un misto tra gelosia ed eccitazione, fortunatamente la canzone è finita ed ognuno è tornato con la sua donna. Sabrina come prima cosa mi ha tastato il cazzo e poi me l’ha stretto forte, quasi me lo staccava. Poco dopo siamo andati via augurandoci la buona notte.
Arrivati in camera volevo scopare, ma Sabrina mi ha fatto resistenza.
Sabrina: “Ti sei arrapato mentre lei si strusciava”
Gianni: “Ballava veramente bene, ma adesso basta fare la gelosa, voglio solo scopare.”
Sabrina: “Fai da solo stasera, e comunque lui c’è l’ha almeno il doppio di te.”
Malgrado le mie insistenze non riuscii a fare niente quella sera e mi addormentai con il cazzo barzotto.
La mattina abbiamo prenotato la SPA per il pomeriggio e non abbiamo visto né Xavier né Claudia per tutta la giornata. Nel pacchetto SPA era previsto un massaggio rilassante. Siamo entrati nella stanza e ad aprirci sono stati proprio Xavier e Claudia. Con noi entrano anche 2 massaggiatrici che ci spiegano che è una lezione di massaggio tra coppie, loro due ci insegneranno tecniche base che poi faremo sul nostro partner. La lezione dura un 10 min, poi tocca a me e Xavier cominciare il massaggio sulle nostre donne. Claudia si toglie l’accappatoio e scopro che porta solo le mutandine di carta fornite dalla SPA, il suo seno è scultoreo, il più bello che abbia mai visto, anche lui porta la mutanda di carta ed aveva ragione Sabrina, a stento tiene dentro la bestia che ha tra le mutande. Sabrina per non essere da meno toglie il pezzo di sopra del costume, vedo che lui si sofferma molto a vedere, cominciamo a fare il massaggio. Le massaggiatrici sono vicino che ci guidano su come fare il massaggio, finito il nostro turno, tocca alle ragazze, anche loro apprendono dagli insegnamenti delle maestre. Arrivato il momento di girarci, le massaggiatrici vanno via e così rimaniamo solo noi 4. Io al tatto di Sabrina e con l’immagine delle tette di Claudia ancora in mente mi giro abbastanza duro e il mio costume e bello gonfio, quando però giro la testa vedo che la bestia di Xavier ha completamente demolito la mutanda di carta e svetta un pezzo di carne da più di 20 cm duro come la pietra. Sabrina ha la bocca aperta a vedere quel cazzo, ed è tutta rossa in faccia. Claudia prende l’olio e se lo sparge sul corpo per poi distendersi sopra Xavier e cominciare il suo massaggio. Sabrina per non essere da meno la copia, ad un certo punto anche la sua mutandina si strappa e quella bestia di carne si infila nella fica di Claudia e lei comincia a cavalcare quel toro. Io ormai sono concentrato sui 2 che scopano, non vedo più Sabrina e vedendo quelle tette ballare dopo poco vengo senza neanche toccarmi il cazzo. Tutti e 3 se ne accorgono. Sabrina è incazzata.
Sabrina: “Neanche te l’ho uscito fuori dal costume”
Claudia: “Non te preocupes Sabrina, aquì està un otro.”
Detto ciò Claudia si sfila, il cazzo di Xavier sembra non aver per niente sentito lo sforzo della cavalcata. Sabrina sempre ipnotizzata da quel cazzo, si toglie il costume e me lo lancia addosso, è fradicio, si impala sul cazzo di Xavier
Sabrina: “Non entro, come è grosso”, fa abituare la sua fica e comincia a cavalcare come Claudia prima di lei. Sono frastornato, mia moglie sta scopando con un nerone che ha un cazzo quasi doppio rispetto al mio e che non cede sotto la pressione di quella cagna.
Claudia si avvicina a me.
Claudia: “Ahora, segundo giro” e comincia a leccare il mio cazzo, che grazie a quel trattamento si rianima e subito dopo si impala su di me come aveva fatto con Xavier, la sua fica è molto larga (e ci credo dopo che entrata quella bestia) ma comunque molto calda.
Nel frattempo Xavier ha messo a pecorina Sabrina che mi guarda con aria da super zoccola.
Sabrina: “Questo è un cazzo. Ah Ah Ah” e ha il suo primo orgasmo.
Io per non essere da meno metto a pecora Claudia e comincio a trapanarla, quel culo riesce ad ipnotizzarmi, però mi fa durare poco, cerco di resistere, ma poco dopo mi devo sfilare e le schizzo sul culo, sento che anche lei è venuta con me, almeno questo mi rincuora; Claudia si gira, mi da un bacio appassionato e poi riscende al cazzo pulendomi le ultime gocce di sborra che sono rimaste.
Nel frattempo il cavallo sembra non voler smette, Sabrina è già venuta due volte e lui non desiste, la mette di sponda sul lettino e continua a scoparla. Claudia si avvicina ad Sabrina:
Claudia: “Te gusta mi hombre?”
Sabrina: “Ha un cazzo incredibile”
Io sto lì a guardare, anche un po’ geloso, quando finalmente lui cede e viene copiosamente dentro Sabrina. Quando esce Claudia provvede a ripulirli il cazzo e poi lo bacia. Io sono lì impietrito.
Sabrina: “Claudia, io voglio provarlo in tutti i buchi questo cazzo, me lo presti anche stasera?” dicendo questo imita il gesto di un pompino e indica il suo buchetto posteriore.
Claudia: “Para mì, nigun problema, pero Gianni es mio”
Sabrina: “Te lo puoi prendere, tanto quello viene nelle mutande” e comincia a ridere.”
Durante il racconto mi è venuto duro. E qui Gianni comincia a farmi vedere le foto che aveva fatto a Claudia durante la loro nottata. Uno spettacolo della natura, non si può descrivere, aveva ragione il poverino ad essere venuto nelle mutande, era da stare male.
Dopo avermi fatto vedere il servizio fotografico, apre il video della scopata che si era fatto, vedere quelle tette ballare era uno spettacolo. Ho cominciato a segarmi da sopra i pantaloni.
Io: “Ti dispiace?”
Gianni: “No, fai pure, anzi ti seguo a ruota”
Ci stiamo segando entrambi come ragazzini, quando entra Sabrina nello studio.
Sabrina: “Siete arrivati a 30 anni e vi fate ancora le seghe.” Poi si sofferma sul video. “Sei tu con quella porcona.” Prevedo un cazziatone in arrivo. “Dovete vedere il video che ho fatto con Xavier.” Gianni cambia colore. Lei collega il suo telefono e apre la cartella video.
Parte il video, vedo Xavier che sistema il telefono e poi arriva lei che lo fa stendere e comincia a fargli un pompino da paura, uno dei suoi. Successivamente lui la prende a pecora e comincia a scoparla, lei urla per l’eccitazione, e comincia ad urlare: “Devi farmi il culo, il culo” (pensare che la troia con me aveva fatto la preziosa). Vedo lui che comincia a lubrificare e piano piano fa entrare quella bestia dentro al buchetto della sposina, mentre vediamo questa scenda, Sabrina ha preso possesso dei nostri due cazzi e li sta masturbando. Xavier entra sempre più dentro e dopo una decina di minuti di pompate la gira, punta il viso e le viene con una decina di schizzi addosso. Lei è super eccitata: “Quanta sborra”. Lo ripete anche a noi mentre ci sta segando in maniera sensuale: “Quanta sborra, quanta sborra” ed entrambi veniamo.
Sabrina: “Ed i 2 maialini sono venuti” ride soddisfatta. “Amore mio è meglio che lo sappia da oggi in poi andrò alla ricerca di cazzi neri, i vostri sono giusto un passa tempo. Vito grazie per avermi sfondato il culo, altrimenti difficilmente il ragazzone nero sarebbe riuscito ad entrare.”
Gianni mi guarda stranito: “Quanto è troia la mia mogliettina”

Commenti [13]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *