Jessica. Prima esperienza in carsex

Hits: 171

Ciao a tutti volevamo raccontarvi una delle tante esperienze che abbiamo fatto nell’ultimo periodo. Inizio con il raccontarvi un po’ di noi, siamo una bella coppia di nome Jessica e Alessio,  rispettivamente 23 e 25 anni.
Nonostante la giovane età non siamo affatto sprovveduti in questioni legate al sesso e a tutte le trasgressioni ad esso collegate.
Siamo da circa 2 anni una coppia aperta, numerose esperienze di scambio coppia e svariate di trii, aggiungendo al nostro gioco una terza persona, che sia uomo o che sia donna.
Siamo sempre stati molto esibizionisti, di ciò hanno goduto molti camionisti, guardoni ecc. adoravamo il carsex , facendo interagire, ogni tanto, con noi qualcuno dei numerosi guardoni appostati a spiarci durante le nostre effusioni.
Dopo questa breve riflessione su di noi passo a raccontarvi l’ultima nostra fantasia realizzata.

A narrare è fatti è Jessica (la lei di coppia)
Era da un po’ di tempo che mi balenava in mente l’idea di superare ogni limite di trasgressione, nonostante le svariate esperienze volevo qualcosa in più, il mio ragazzo mi ha sempre definito troietta (proprio per i miei gusti, per la mia golosità nel sesso), forse era vero, volevo essere proprio una troietta in tutto e per tutto.
Durante un rapporto con Alessio gli dissi che in quel momento avrei voluto altri uomini con cui giocare, la cosa non lo sorprese, ma aggiunsi vorrei che mi pagassero come si pagano le puttane, la cosa lo stranì e ovviamente lo eccitò, ma probabilmente non ci fece caso (credette che si trattava di una cosa detta in un momento di eccitazione), ma una volta terminato il rapporto, ripresi il discorso, ed ecco che mi prese sul serio.

avrei voluto altri uomini con cui giocare

Gli dissi che volevo sentirmi una troietta, avere rapporti con altri uomini ed essere pagata per le mie prestazioni, che la cosa mi eccitava da matti (lui costatò passando la mano sulla mia fighetta completamente umida) , aggiunsi che qualcosa di particolare, non avevo intenzione di andare sul marciapiede, o almeno non ancora.
Lui mi sorrise e disse, beh organizziamo un bel carsex, facciamo venire qualche uomo che sia disponibile a pagarti e farti sentire quanto sei troietta, la cosa mi mandò in estasi e lo dimostrai rimontando sul mio uomo e rifacendomi scopare come si deve godendo come una matta, come al solito tra l’altro.
Decidemmo di mettere annuncio, su sito d’incontri bacheca, descrivemmo cosa cercavamo e cosa offrivamo, l’annuncio recitava più o meno cosi:
“ciao siamo una coppia giovane 23 e 25 anni, in cerca di trasgressione, cerchiamo due uomini molto generosi per un’esperienza di carsex, inizieremo a giocare io e il mio lui in macchina, mentre ci guardi, il finestrino scenderà e le tue mani potranno toccare il mio corpo, la mia mano cercherà il tuo sesso, la portiera si aprirà per agevolare rapporti orali , scenderò dall’auto per essere penetrata da voi, infine riceverò la vostra calda crema sul mio corpicino… se interessati e generosi contattateci”

riceverò la vostra calda crema sul mio corpicino

Cominciammo a ricevere numerose mail, le quali chiedevano info su luoghi orari e costi… certo il costo non era agevole, ma d’altronde io non ero una delle numerose prostitute x strada, ero diversa e di conseguenza meritavo un prezzo diverso (anche perchè la prestazione era sicuramente superiore)
Ci accordammo per la sera stessa con 2 di loro, il mio abbigliamento era chiaro, tacco alto, autoreggenti, gonnellina scozzese a metà sedere e camicetta bianca senza reggiseno, l’orario e il posto erano stati concordati.
Giungemmo al posto indicato con un quarto d’ora d’anticipo, eravamo carichi ed eccitati, nel tragitto non perdevamo occasione per toccarsi l’un l’altro..
Poco dopo ricevemmo la prima chiamata, con un colpo di fari riconosciamo l’auto l’uno dell’altro e poco dopo giunse anche il secondo uomo.
Si parcheggiarono uno alla dx e uno alla sx della nostra auto.
Il mio scese, gli disse, o meglio ridisse come si sarebbe articolato il gioco e ricordato loro il rispetto e l’eleganza, riscosse il regalino concordato e si diresse verso di me..
Mi aprì la portiera e mi disse: “ prima di cominciare vorrebbero ammirare la troietta”, sorrisi, scesi e mi diressi verso di loro mi avvicinai a loro, mi girai e rigirai più volte, appoggiai la mano sul loro pacco che già era più che evidente da sotto i pantaloni, fatto ciò mi ridiressi all’auto ed entrai, accendendo la luce interna, mi avvicinai al mio lui, sbottonandogli i jeans e tirando fuori il suo sesso già duro, mi misi sul mio sedile a 90 in maniera che il mio sederino fosse ben visibile dal mio finestrino, i 2 “clienti”, si divisero lo spettacolo, uno guardava l’abilità della mia lingua e l’altro osservava il mio culetto.

e l’altro osservava il mio culetto

Dopo qualche minuto con un cenno d’intesa tra me e Alessio, abbassammo i finestrini dell’auto, entrambi allora si posizionarono dietro di me, introdussero le mani cercando il mio culetto, il contatto delle mani mi eccitò ulteriormente. iniziarono a tastarmi per bene esprimendo molti complimenti, mi sedetti per agevolare le loro mani sul resto del mio corpo e pian piano mi spogliai rimanendo con le solo autoreggenti e sui tacchi.
Divaricai le gambe aprendo il mio sesso alle loro mani, ero bagnata e la cosa fece molto piacere ai 2.
Gemevo, chiusi gli occhi dall’eccitazione, avevo le mani di 3 uomini diversi sul mio corpo, mi esploravano con minuziosa bramosità ogni centimetro del mio corpo a loro offerto in maniera così sfacciata.
I 2 clienti eccitati fecero in modo di liberare la loro reazione iniziando a menarselo con una mano, mentre l’altra era su di me. Entravano ed uscivano le loro dita dalla mia sessualità, facendomi godere. Ora avevo voglia di essere io ad avere il gioco in mano, aprii la portiera e diressi le mie mani verso i loro sessi già belli duri, il mio lui si godeva la scena continuando a masturbarsi.
Il passo dal manuale all’orale fu molto breve, uscii dalla macchina, inginocchiandomi in mezzo ai 2 e senza smettere il mio costante movimento di mano introdussi una per volta le 2 aste nella mia bocca, assaporandone il gusto, muovevo la lingua sulle loro cappelle, le sentivo pulsare dentro la mia bocca e la cosa mi eccitava ancora di più se possibile.

introdussi una per volta le 2 aste nella mia bocca

Il mio lui scese dalla macchina facendo il giro, mi posizionò a 90 gradi, in modo da potermi penetrare da dietro mentre le mie mani e la mia bocca continuavano a dar piacere ai due, chiamiamoli clienti.
Godevo e gemevo, mi sentivo davvero la troietta che volevo essere, presa dal mio uomo e da 2 uomini, i quali pagavano per potermi scopare.
Avevo voglia di prendere anche loro dentro la mia fighetta, presi i preservativi e glieli passai, il mio lui capì e lasciò spazio ad uno di loro, puntò il pene sulla mia fighetta e lo sentii entrare, il mio lui prese il suo posto nella mia mano, la mia bocca alternava su di lui e sull’altro.
Intanto i colpi si facevano sempre più intensi e veloci, creandomi vero piacere, gli dissi di fare attenzione di non venire, avrei voluto ricevere il suo seme sul mio seno insieme a quello degli altri 2 , mi fece un cenno di assenso e dopo qualche minuto lasciò il posto all’altro.
Mi portai davanti al cofano e mi appoggiai alzando un piede, l’invito era palese, l’uomo non si fece pregare, infilò il suo pene, bramoso di voglia, godevo e mi si sentiva parecchio, probabilmente qualche guardone stava guardando a distanza, i gemiti erano ben riconoscibili.
Il gioco continuò ancora per un po’, si diedero il cambio, finchè non m’inginocchiai in mezzo ai 3, sia il mio lui che i 2 clienti, li masturbavo e leccavo, finchè tutti non riempirono il mio seno del loro caldo nettare. Eravamo tutti soddisfatti, ci salutammo, i due andarono via, chiedendomi se fosse stato possibile organizzare un nuovo appuntamento, io e Alessio rientrammo in auto. 

riempirono il mio seno del loro caldo nettare

Ci baciammo appassionatamente. Ammetto che fare la “puttanella” mi è piaciuto e da allora continuo tuttora a farlo. Organizziamo ogni tanto incontri di carsex o per i piu esigenti in hotel.
Gradiremmo ricevere commenti sul racconto, sottolineando che si tratta di una storia del tutto vera, e perchè no, se vorrete magari organizziamo un nuovo incontro 🙂

Commenti [182]

4 risposte a “Jessica. Prima esperienza in carsex”

  1. Ciao mi piacerebbe tanto partecipare sono già tutto bagnato e mi eccita tanto l’idea di avvicinarmi al vostro finestrino per guardarvi poi fate voi— io sarò già tutto eccitato,devi essere proprio brava…

  2. Ciao mi piacerebbe essere tra voi… se sei brava come racconti la storia mi fai eccitare subito… spero di essere presto da voi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *