la babysitter. Parte 10

Hits: 0

L’animatore spunta da dietro lo scoglio con la canoa, aveva appena assistito incredulo ed eccitato a quello spettacolo, la ragazza con la quale aveva avuto un prolungato contatto due sere prima e Valeria che aveva potuto ammirare per la sua bellezza in quei primi giorni, lì nude davanti a lui a darsi piacere mentre si incitavano a scoparsi piene di voglia e passione.
– Ferme… scusate… Non ho resistito… Non arrabbiatevi… Vi prego… –
Si avvicina al pedalò con le mani quasi in alto in cenno di resa mentre le due non hanno nemmeno il tempo di rivestirsi ma provano a coprirsi con le mani le parti intime anche se sono consapevoli che ormai il ragazzo le avrà viste completamente nude.
– E tu che cazzo ci fai qui e da quanto ci stavi spiando brutto pervertito?-
Lara è furiosa e si alza quasi in piedi gesticolando contro Enrique che ormai, sempre seduto sulla canoa, appoggia la mano sul bordo del pedalò e la fissa, provando a calmarla
– Lara ti prego ascolta, ti ho già detto ieri che era il mio giorno libero, speravo di convincerti almeno a fare un giro con me, ma quando sono venuto a cercarti il bagnino mi ha detto che eravate in mare col pedalò e mi ha detto che vi eravate dirette verso la scogliera… Così ho preso la canoa per raggiungerti, magari avresti cambiato idea e fatto un giro con me in canoa… Poi appena arrivato vi ho viste e… Ok, dovevo girarmi e andare via ma mettiti nei miei panni… Era uno spettacolo così eccitante che…. Scusate ma non ho resistito e sono rimasto a guardare.. Eravate così belle ed sensuali…-
Lara ascoltandolo e vedendolo sincero si calma, d’altra parte lui nel cercarle non poteva immaginare di trovarle in quella situazione e lei stessa davanti a una scena di sesso non aveva resistito a fare da spettatrice.
Valeria dopo un attimo di imbarazzo e quasi vergogna di essere stata scoperta in rapporti saffici da un ragazzo sconosciuto si rilassa, capisce benissimo la situazione e quasi le torna l’eccitazione al pensiero di esser stata nuovamente spiata mentre faceva sesso, iniziando a pensare che quel suo lato esibizionista lo aveva sempre sottovalutato.
Nel frattempo Enrique vedendo le due donne calme sale sul pedalò e prende Lara per mano e si scusa nuovamente e mettendosi in piedi davanti a lei mostra il suo fisico scolpito, coperto da un costume fatto a pantaloncino attillato.
– Dai Lara, sembra sincero… E sul fatto che lo abbiamo eccitato che è sincero ne abbiamo le prove-
Dice a quel punto Valeria ridendo mentre Lara, che stava fissando negli occhi l’animatore abbassa lo sguardo e vede benissimo la forma del membro del ragazzo, sul lato sinistro del costume, chiaramente eccitato e decisamente grosso come lo ricordava, quasi che il costume sembra spostato verso l’esterno.
Lui a quel punto con un sorriso di imbarazzo abbassa le mani quasi a coprirlo e con lo sguardo quasi a giustificare il fatto che non può certo controllarlo.
Vedere quel giovane muscoloso di un metro e ottantacinque centimetri quasi in imbarazzo ora diverte le due amiche e Valeria aggiunge:
– E poi suppongo che vedere una scena di sesso sia uno spettacolo dal quale è difficile allontanarsi vero Lara? – E strizza l’occhio alla ragazza che sorride divertita, mentre ora dalla paura sembra tornare un clima malizioso su quel pedalò, ora con 3 passeggeri – Però, mio bel cubano, guardami negli occhi, tu hai assistito forse alla scena più erotica della tua vita, ma fanne cenno a qualcuno che io quel palo che hai tra le gambe te lo taglio e lo do in pasto ai pesci capito? –
Il tono deciso con il quale la donna pronuncia quelle parole intimorisce quasi il ragazzo che appoggia una mano sul petto e una verso l’alto giurando che non parlerà con nessuno di quello che ha appena visto.
Nell’alzare le mani lascia nuovamente scoperto il costume ed è nuovamente Valeria a prendere parola e dire:
-Ok Lara possiamo credergli vero? Ora però gli manca solo di sdebitarsi con noi –
La ragazza sorride ed annuisce mentre l’animatore la guarda perplesso anche se ormai è evidente che il clima stia diventando malizioso ed eccitante e lui è il primo a esserne felice essendo l’unico a non aver avuto un orgasmo dei tre.
E a quel punto lui fingendosi preoccupato, ma con ancora l’eccitazione evidente sotto al costume, chiede cosa dovrebbe fare e Lara ridendo delega la donna più grande e matura a decidere.
Valeria, che nel frattempo era andata sul lato anteriore del pedalò, dove era finito il suo slip, per coprirsi almeno in parte dice:
– Beh, io sono felicemente sposata e mai tradirei mio marito, quindi non farti strane idee, però ho gli occhi per apprezzare un bel ragazzo, un bel fisico e…. Insomma, già che tu ci hai viste nude, penso sia giusto che ti debba sfilare anche tu il costume e mostrare qualcosa a noi –
Enrique guarda le due donne sorridenti e curiose di vederlo nudo e lui non si tira certo indietro, sapendo che può trarne solamente vantaggi dal concedere quella visione, sapendo bene delle sue doti che le amiche stavano guardando con desiderio.
E così, mentre Valeria in topless, nella parte anteriore del pedalò osservava seduta, quasi a voler confermare di mantenere la distanza e Lara, che anche lei nel frattempo aveva indossato lo slip, vicina a lui, nell’equilibro precario del pedalò, si sfila lentamente i boxer, mostrando il suo pene nudo ed eccitato grazie proprio alle due donne, che, finalmente lo vedono libero, schizzare quasi in avanti e verso l’alto come ad essersi liberato da quel soffocamento del costume, con una leggera curvatura verso sinistra, completamente scappellato, duro e soprattutto di una lunghezza mai vista tanto che quasi simultaneamente aprono le labbra in segno di stupore e la baby sitter si fa scappare un :
– Ma quanto è grosso ??!!-
Con espressione di stupore che però il ragazzo, ormai deciso a non far terminare il gioco, coglie al volo dicendo:
– 25 centimetri e 15 di circonferenza per l’esattezza –
Entrambe continuano a fissarlo in un misto di stupore ed eccitazione e Lara volendo passare al contrattacco, essendosi sentita stupida nel fare quella domanda dice:
– Non serviva che puntualizzassi era un’espressione di stupore… E comunque questi li prendo io- E chinandosi raccoglie i boxer che erano ai piedi del ragazzo e li tiene in una mano dietro alla schiena-
L’animatore a quel punto inizia a scherzare con la ragazza, intimorito dal fatto che lei possa decidere di tenere i boxer e rimandarlo indietro così, anche se sa benissimo che non potrebbe mai fargli una cosa simile, però tra battute e risate lui si avvicina e prova a riprenderselo, scontrando con il suo sesso sulla pancia della ragazza che ora può sentirlo duro e senza più vestiti di mezzo come quella sera.
L’equilibrio precario del pedalò però fa sì che Lara per evitare di cadere e farsi male si lascia scivolare a terra, appoggiando il sedere e tenendo i boxer sempre dietro alla schiena. Il ragazzo che le era attaccato scivola quasi su di lei e ora è quasi steso sulla ragazza con le mani che si allungano dietro di lei e i corpi sono ancora più a contatto e lui le dice:
-Dai fa la brava… Ridammi il costume-
– E tu…Cosa mi dai in cambio? Anche io ho diritto a un risarcimento per quello che hai visto prima-
Enrique a questo punto la fissa intensamente le prende la mano libera, poi la guida lentamente verso il proprio sesso praticamente adagiato sulla pancia di lei.
Lara è incapace di reagire e si lascia guidare, appoggia la mano e sente il calore di quel cazzo così grosso e duro, tiene la mano ferma e appoggiata, quasi senza muoverla mentre lui le dice:
– Tu non sei sposata, tu puoi toccarlo, puoi farci quello che vuoi… E’ tuo… Tutto tuo-
Si sente rimbombare quelle parole nella testa, in quel momento non esisteva il mare e tutto quello che li circondava, sentiva solo il calore di quel corpo, la durezza di quel membro e quel contatto così ravvicinato e mentre lui le accarezza un seno si baciano intensamente, mentre lei inizia ad accarezzare e muovere quel cazzo enorme con la mano.
Ad assistere a quella eccitantissima scena ovviamente c’era Valeria, nella parte anteriore del pedalò, che, seduta, non ha staccato un attimo gli occhi di dosso dai due ragazzi ora avvolti in un intenso bacio che non fa che aumentare l’eccitazione già tornata al pensiero di essere stata spiata e alla vista dell’animatore nudo.
Ora però era lei a essere la spettatrice e voleva godersi la scena e le sensazioni che le avrebbe dato trovarsi in questa nuova veste.
Nel frattempo dopo un lungo bacio, carezze e bollenti leccate di Enrique sul collo e sui seni della ragazza ora il ballerino cubano si trova in ginocchio, con i glutei appoggiati ai talloni, con Lara che decisa si dirige con il viso verso il basso e con piccoli baci, partendo dalla base, risale lentamente su tutto il cazzo che tanto aveva desiderato e ora inizia a leccarlo intensamente mentre lui le accarezza i capelli e ansima eccitato.
Lei lo fissa vedendo l’effetto che gli stava provocando e poi aprendo le labbra inizia ad accogliere la cappella e a succhiare decisa, mentre lui ansima in modo più rumoroso e si accorge di non essere l’unico, infatti girandosi a sinistra vede Valeria con una mano su un seno e una sopra allo slip che, eccitata dalla scena, si è fatta scappare un gridolino di piacere.
La donna appena osservata si blocca, ma poi vede l’animatore sorridere eccitato e contraccambia il sorriso, gli sguardi ora diventano intensi e mentre Lara succhia e arriva ad avere nella bocca più della metà del cazzo del ragazzo, lui ansima e si morde le labbra fissando la donna che ormai coinvolta più che mai sposta lo slip, mostrando quella fica che prima lui aveva potuto osservare nascosto dietro a uno scoglio ma da distante e ora avvicina due dita alla bocca e fissandolo le lecca e succhia riempiendole di saliva mimando un pompino e poi scende con la mano e affonda le dita tra le gambe.
Quella visione così erotica aumenta la voglia al ragazzo che inizia a muovere il bacino tenendo la testa di Lara e ora è lui a scoparle la bocca mentre Valeria si sfila gli slip e si accarezza i seni guardandoli.
Lo sguardo dell’animatore ora è sulla giovane amante che lo guarda dal basso mentre si fa scopare la bocca e gli accarezza prima le palle e poi gli stringe le natiche, lui a quel punto non si ferma e attira la ragazza a sé, mentre cambia posizione e si mette più comodo, seduto con le gambe stese e Lara a cavalcioni su di lui e si abbandonano a un lungo ed eccitante bacio mentre la baby sitter si dimena su quel cazzo che era sotto di lei ma che non era ancora entrato.
Appena i giovani iniziano a baciarsi Enrique apre gli occhi e di fronte a lui vede Valeria che nel frattempo ha levato gli slip e si sta masturbando intensamente godendosi la scena e ormai senza pudore allunga la lingua come a mimare un bacio al ragazzo, Lara intanto non resiste e gli afferra il membro per farlo entrare dentro di lei e lentamente inizia a cavalcarlo, mentre lui le stringe le natiche, le lecca il collo e fissa la donna di fronte a lui che sempre più bagnata lo guarda intensamente.
Non solo aveva assistito alla scena delle due amiche darsi piacere in uno spettacolare 69 ma ora stava scopando quella bellissima ragazza e con la mente era come se facesse sesso con una donna matura e con un corpo che non aveva nulla da invidiare alle giovani e che lo stava provocando mostrandogli il piacere che si stava provocando da sola.
Dopo alcuni intensi minuti il cubano fece cambiare posizione alla ragazza, era troppo eccitato e voleva dominarla e da subito aveva avuto un debole per quel fantastico culo così la fa girare e lei a quattro zampe gli dona uno spettacolo meraviglioso che non può ripagare diversamente che abbassandosi e iniziando a leccare intensamente il buchetto della ragazza che ora ansima sempre più forte mentre si accorge dell’amica al limite del piacere e provoca lei un’emozione doppia.
Le donne si fissano intensamente eccitate e la ragazza dice alla donna con la voce roca di piacere:
-Avvicinati amore… Vieni qui- La bionda non sa dirle di no, si alza e si rimette nella stessa posizione davanti alla ragazza, che sente alle proprie spalle il membro dell’animatore muoversi tra le natiche lentamente.
Ansimando però lei lo scoraggia dicendogli:
– Non ci provare nemmeno è troppo grosso, sfondami la fica, fammi sentire quanto mi desideri da due giorni-
E mentre il ragazzo eccitato infila appena la cappella nel sesso ormai bagnatissimo di Lara, la mora inizia a leccare Valeria che, tenendole le mani sui capelli le dice:
– Amore sì, leccami, scopami, sto impazzendo mi fai morire- E alzando lo sguardo vede il cubano che spinge allo stremo delle forze e lo incita:
– E tu non smettere dai…Scopala… Sfondale la fica falle male con quel cazzo enorme… Falla urlare dal piacere, dai non smettere porco… Scopala… Scopala…-
Quelle parole dette in mare aperto rimbombano nella testa dei due giovani in una fase di estasi mai provata prima, svegliati dall’urlo della donna che ora grida il raggiungimento del suo orgasmo quasi contemporaneamente a Lara che si sente penetrata nell’anima da quel cazzo imponente ma, ancora vogliosa, si gira di scatto avvicinandosi con la bocca spalancata per accogliere l’esplosione di sperma dell’animatore stremato da quell’ora appena vissuta così intensamente.
A quel punto però la ragazza, con la bocca piena di seme caldo, non contenta, si avvicina verso l’amica ancora seduta.
Il ragazzo a quel punto vede davanti a lui la giovane far cadere la sua sborra nella bocca dell’amica che la accoglie e poi iniziano a baciarsi intensamente mostrandogli ripetutamente le lingue fuori dalle labbra.

Commenti [14]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *