la babysitter. Parte 11

Hits: 1

Quella sera Enrique, avendo il suo giorno di riposo, era andato in un paese vicino a trovare degli amici e quindi la serata fu tranquilla per Lara che, con Matteo ed i genitori, assiste allo spettacolo di animazione prende un gelato e si concede qualche ballo respingendo nuovi corteggiatori.
Durante la notte però si sveglia e i pensieri vanno a quel pomeriggio sul pedalò, al rapporto con Valeria che sta andando oltre e a quegli orgasmi avuti, prima con l’amica e poi con l’animatore.
Visto che non riusciva a prendere sonno si alza per bere ma nel silenzio della notte le sembra di sentire dei rumori provenire dalla camera, si avvicina ma stavolta la porta è chiusa ma non c’è dubbio, Valeria e Fabio stanno facendo sesso e le torna immediato un senso di eccitazione unita alla rabbia per non poter assistere a quello spettacolo che si era goduta qualche sera prima.
Si accorge che dal bagno si sente meglio essendo confinante alla stanza e allora entra e ascolta i mugolii di Valeria che ansima sempre più mentre le dita dopo esser passate dalla bocca sono già tra le gambe a darsi piacere.
Continua, stando in piedi, con le ginocchia sempre più piegate e l’orecchio verso il muro ad ascoltare, fino a quando sente un urlo strozzato e capisce che dall’altra parte della parete entrambi hanno raggiunto l’orgasmo, a quel punto si siede sul water e continua a darsi piacere fino a quando gode anche lei e rimane lì ferma ed esausta.
A quel punto pensa sia meglio tornare a letto ma sente un passo, la porta del bagno era rimasta socchiusa ed ovviamente non aveva acceso la luce ed ecco che si apre,la luce si accende e Fabio entra nudo con i boxer in mano e si ferma di colpo vedendola dentro al bagno.
Lara le fa segno di fare silenzio e visto che ormai era stata scoperta si gode quel momento, lo osserva vedendo il suo membro a riposo e bagnato dei propri umori e di quelli di Valeria e divertita gli sorride e poi si siede sul bidet per lavarsi, Fabio non sa che anche lei ha appena avuto un orgasmo e resta fermo a guardarla eccitato, la ragazza con calma si alza, si asciuga e si avvicina all’uomo che, pur avendo appena fatto sesso, si stava nuovamente eccitando vedendo quella scena altamente erotica, poi molto disinvolta gli sussurra all’orecchio:
– Posso dargli una pulitina io? –
E mentre si abbassa lui le accarezza i capelli e la asseconda nel movimento mentre lei prende in bocca il suo membro, bagnato delle sue voglie e di quelle di Valeria e che, mentre Lara succhiava e leccava pian piano tornava duro.
Entrambi sapevano che non avrebbero avuto tempo per andare avanti e così si fermarono e dopo un passionale bacio entrambi tornarono nella propria camera da letto.
E’ mattino e Lara dorme profondamente ma un bacio sulle labbra la sveglia, apre gli occhi e vede Valeria che la bacia ancora e le sussurra:
– Buongiorno cucciola –
Lara guarda di corpo verso il letto di Matteo e lo vede vuoto e la donna la tranquillizza:
– Matte è nel lettone che fa la lotta con suo papà e ne ho approfittato per venire a svegliarti –
A quel punto allora le sorride e si lasciano andare a un travolgente bacio stese sul letto accese da un’immediata passione che però devono controllare nel timore di essere scoperte.
Mentre fa colazione la ragazza pensa che qualche ora prima in piena notte stava leccando il sesso di Fabio bagnato dai suoi umori e da quelli di Valeria che poi, la mattina, ha baciato al risveglio, ormai i propositi che si era prefissa prima della vacanza erano stati abbandonati e stava continuando a essere l’amante della coppia ma in quel momento la situazione era troppo eccitante per riuscire ad essere controllata e frenata.
Dopo una mattinata con continui incroci di sguardi prima con Valeria e poi con Fabio nel primo pomeriggio la ragazza accompagna Matteo nell’area miniclub e mentre sta per rientrare dal magazzino dell’animazione si sente chiamare, è Enrique, come se non bastasse il rapporto con la coppia c’è anche lui a rendere ancora più bollente questa vacanza.
L’animatore cubano stava preparando alcune cose in attesa dell’inizio della lezione di balli latino- americani ma ora Lara entra e viene travolta da un bacio e sente quelle calde mani ovunque sul corpo, travolti dalla passione e consapevoli che avranno poco tempo per stare insieme in pochi secondi la ragazza è già a terra con in bocca quel palo di 25 cm in bocca già duro e pronto.
Il tempo di qualche leccatina e lui la invita ad alzarsi e sedersi sul tavolo, ancora non del tutto nuda eccola ora a gambe aperte, con il costume spostato mentre sentiva di nuovo quel cazzo dentro di lei, forte e deciso mentre Enrique le succhiava le tette e lei aggrappata alla sua schiena cercava di non urlare.
L’orgasmo non tardò ad arrivare soffocato tra collo e spalla dell’animatore che un attimo dopo viene copiosamente sulla pancia della baby sitter che cerca di riprendere fiato lentamente.
Ai due rimane il tempo per un bacio veloce e mentre lui cerca di ricomporsi prima della lezione lei esce prima che qualcuno si accorga e si dirige verso casa per una doccia.
Mentre Lara è nel bungalow, sotto la doccia, rientra Fabio per caricare il cellulare, l’uomo vede la luce del bagno accesa e la porta socchiusa, il rumore dell’acqua della doccia e siccome Valeria era con lui al mare non potevano esserci dubbi su chi fosse, così apre la porta e vede la ragazza nuda e insaponata, con le mani che accarezzano il corpo, così bella e sensuale che preferisce godersi la scena in silenzio, ma poco dopo è Lara ad accorgersi dello spettatore e dopo un piccolo spavento lo fissa ridendo:
– Allora è un vizio quello di venire in bagno quando ci sono io-
– Veramente sei tu che non chiudi mai a chiave-
– Beh ero sola-
– Ora non più-
I due si fissano, l’incontro avvenuto nella notte ha lasciato ad entrambi il desiderio di possedersi, così la ragazza inizia con le dita sui capezzoli e tra le gambe a provocare l’uomo fissandolo e notando il costume sempre più gonfio.
Il rapporto con Valeria era bellissimo e con Enrique ha fatto del sesso incredibile ma ora aveva davanti l’uomo che da sempre la faceva eccitare anche solo da una foto e dopo essersi morsa le labbra senza troppi indugi gli dice:
– Beh… Hai intenzione di stare lì a fissarmi o vieni a tenermi compagnia e magari a lavarmi la schiena?-
Fabio si avvicina lentamente e leva costume e t-shirt ed entra nella doccia riempiendosi la mano di bagnoschiuma, poi fa girare la ragazza, facendola appoggiare al muro e inizia dal collo per poi scendere lungo tutta la schiena mentre l’altra mano era sui seni e le labbra incollate al collo a leccare e ansimare sempre di più, con il cazzo ormai durissimo che scontrava contro il culo che Lara muoveva per provocarlo ancora di più.
Ora lei si volta il viso e inizia a baciarlo vogliosa e la schiena preme sul petto dell’uomo che ha fatto andare la mano davanti, sul clitoride che si era ovviamente indurito.
– Va bene come ti ho insaponato la schiena? E ora che ne dici di girarti?-
Lara è eccitatissima, la voce di quell’uomo, i suoi baci, le mani e quel cazzo, pur più piccolo di quello di Enrique, ma di notevoli dimensioni la facevano impazzire e proprio pensando a quella notte nella quale ha lo ha visto possedere la moglie a gattoni e il rifiuto fatto all’animatore a causa della dimensione che le avrebbe provocato troppo dolore mormora:
– No… Non mi giro… ti voglio dietro-
– Lo vuoi da dietro ???-
– No…dietro…scopami il culo… sfondalo….fammi morire-
Fabio non se lo fa ripetere e si stacca appena permettendole di appoggiare le mani al muro e piegarsi in avanti ed ecco che già un dito la sta penetrando e subito dopo due che scivolano senza problemi grazie all’acqua e al bagnoschiuma, mentre è lei a toccarsi il clitoride per aumentare il piacere e ormai senza freni lo incita a scoparla.
Finalmente sente il cazzo di Fabio farsi strada lentamente mentre continua a toccarsi da sola e ansima cercando di trattenere le urla, si sente bloccata nei fianchi dalle mani dell’uomo che ora inizia a prendere ritmo e ad aumentare sfondando quel bel culetto sodo e stretto.
Per un paio di minuti va avanti senza sosta ma la voglia è tanta che entrambi sono al limite e proprio mentre la ragazza, dopo aver avuto un orgasmo un’ora prima con Enrique, sta per godere nuovamente sente il proprio culo riempirsi di sperma caldo e urla di piacere contorcendosi e quasi scivolando a terra dall’emozione.
L’uomo si adagia a terra e mentre l’acqua continua a bagnarli i due ora si abbracciano e baciano dolcemente, poi Fabio si stacca e sta per dire qualcosa ma Lara lo ferma con un dito sulle labbra e lo invita a rivestirsi e scendere in spiaggia dalla moglie perché si era assentato troppo.
Lei invece si avvolge in un asciugamano e sfinita si stende sul lettone della coppia a riposare.
Lara sta dormendo e come quella mattina sono delle labbra a svegliarla, apre gli occhi e vede di nuovo Valeria che le sorride mentre la riempie di baci e le accarezza il corpo nudo:
– Fabio sta giocando a carte e mi ha detto che aveva sentito che stavi facendo la doccia passando da casa e sono corsa da te –
La ragazza ascolta e si lascia accarezzare restando inerme e assonnata
– Beh non ti faccio più effetto? O forse hai già scopato?-
A quel punto Lara apre gli occhi quasi impaurita
– E cosa mai avrò detto, non mi vorrai far credere che dopo quella scopata sul pedalò con Enrique non desideri più avere quel cazzo enorme-
La baby sitter in realtà aveva pensato subito a Fabio e ora si tranquillizza e ammette che è successo prima nella casetta degli animatori..
Valeria si eccita e inizia a leccarle la fica chiedendole i particolari, le sensazioni che prova avendo dentro quei 25 cm e continua a leccare masturbandosi da sola da quanto è eccitata.
Lara è stanca ma quella lingua le fa perdere la testa e raccontando minuziosamente ogni tipo di particolare ansima guardando l’amica sempre più vogliosa e le descrive il cazzo enorme dell’animatore anche se pensa che poco prima aveva avuto anche quello del marito nel culo.
Valeria è in estasi e mormora:
– Oddio che voglia, lo descrivi così bene che mi sembra di averlo dentro quel palo –
– Potevi provarlo sul pedalò, da come ti guardava lui avrebbe gradito –
Le dice provocandola Lara
– L’ho desiderato, sentirlo dentro di me e vedere cosa si prova, Fabio è messo bene ma una cosa del genere non l’avevo mai vista ma è stato eccitante anche così e non tradirei mai mio marito con un altro uomo-
La ragazza allora chiude la mano unendo i polpastrelli delle dita tra loro e le sussurra:
– Vieni amore, vediamo se riesco a simulare quella dimensione –
E la fa stendere iniziando a scoparla con la punta delle dita e poi entrando sempre più mentre Valeria tratteneva le urla mordendo il cuscino mentre dentro di lei sta entrando la mano a livello delle nocche nel punto più largo.
– Chiudi gli occhi e immagina quel cazzo, largo e lungo, che ti sfonda, godi amore godi….-
E dicendo questo Lara le infila anche 2 dita nel culo mentre ormai la mano è completamente nella fica dell’amica che sta urlando il suo orgasmo e trema dal piacere.
Mentre cerca di riprendersi vede Lara in ginocchio a gambe aperte sul suo viso e le dice:
– Che ne dici ora di finire quel che hai iniziato svegliandomi? –
Valeria inizia a leccarla nuovamente sul clitoride e poi la fa girare e inizia a leccarle il culo mentre con le dita la masturba, sente la ragazza ansimare e spinge con la lingua completamente dentro il buchetto e la ragazza rimane titubante pensando che poco prima aveva preso il cazzo del marito ma poi questo pensiero la eccita ancora di più e la prega di non smettere fino a raggiungere l’orgasmo.
A quel punto restano stese sul letto abbracciate accarezzandosi e Valeria le dice:
– E brava sei riuscita a prendere nel culetto anche quel bastone –
Lara la guarda stupita ma capisce che avrà visto il suo buco arrossato e aperto e allora le dice che in realtà Enrique le aveva messo solo 3 dita e poi si era fatta sborrare nel culo senza farselo penetrare.
– In effetti ero quasi certa ci fosse ancora della sborra nel tuo culetto –
E entrambe ridono anche se la donna non sa che in realtà aveva sentito il seme ancora caldo del marito.

Commenti [24]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *