la credevo una santa

Sono sposato da 5 anni con Carla una ragazza in carne alta175 tg48 6di seno e culo grande, diciamo che quando cammina per strada si fa notare.
Gia quando lo conosciuta aveva il vizio di andare con diversi uomini e mi a tradito varie volte anche da fidanzati ma sempre a mia insaputa. Ho fatto sempre finta di niente perché a dir la verità mi eccita molto immagginandola mentre scopa con un’altro. Dopo 2 mesi dal matrimonio sono apparsi di nuovo gli atteggiamenti da Troia, ha iniziato a indossare gonne sempre più corte, che con il culo grosso che ha non passava di certo inosservata, e camicette mezze sbottonate che lasciavano intravedere l’aureola .
Una mattina mentre mi preparo per andare a lavoro noto che Carla si sta preparando di corsa per uscire e gli chiedo
– amore ma non hai il turno di pomeriggio?
– si, ma devo accompagnare mia madre a fare una visita e poi vado a fare la spesa- mi risponde con tono deciso, ma noto che si sta preparando da Troia.
Il mio istinto mi diceva che non me la contava giusta e cosi’ decido di non andare a lavoro per seguirla.
– amore scendo vado a lavoro ci vediamo stasera. Così la saluto con un bacio sulle labbra.
Esco di casa e mi allontano con l’auto E mi apparto dietro dei cassonetti per aspettare che uscisse quando dopo dieci minuti esce di casa, vestita sempre con gonna mini camicetta scollata e mentre sale in macchina noto che indossa gli autoreggenti, la seguo a debita distanza e subito mi accorgo che non prende la direzione per andare dalla madre ma la direzione autostrada.
Faccio attenzione a non farmi scoprire tenendola a distanza, quando al primo autogrill mette la freccia per fermarsi scende dall’auto ed entra nel bar, io ne approfitto per parcheggiare dietro a dei camion in sosta e aspetto che esce.
Dopo poco esce con il telefono all’orecchio  che parla molto sorridente all’improvviso vedo una BMW che si avvicina e si ferma a parlare, un uomo sui 60 anni pelato non molto alto ben vestito ad un tratto vedo mia moglie aprire la portiera e sale e subito allunga il muso per dargli un bacio sulle labbra, vedendo quella scena un brivido mi passa per il cervello percorrendo tutto il corpo, non ci potevo credere che anche dopo sposata avrebbe ricominciata.non sapevo cosa fare se seguirli o intervenire con una scenata, il mio istinto mi disse di seguirli misi in moto la mia auto e mi posizionai a tre macchine di distanza, quando vedo la BMW mettere la freccia e svoltare all’uscita dell’autostrada proseguo ancora dietro , assicurandomi che non mi vedessero, all’improvviso la BMW entra in una stradina sterrata e si ferma. Parcheggio la mia auto  e mi posiziono dietro ad un cespuglio che si trovava vicino allo sportello dove sedeva mia moglie, sento che il mio cazzo sta crescendo a dismisura solo alla situazione che si stava creando all’improvviso sento dei gemiti provenire dall’auto, erano i gemiti inconfondibili di mia moglie, cosa la starà facendo per farla godere così, aiutandomi con delle pietre che avevo sotto i piedi mi alzo al di sopra del cespuglio guardando dritto nella BMW. Si presento uno spettacolo eccezionale, mia moglie con le gambe spalancate senza più la camicie e reggiseno sdraiata con le mani dietro la testa mettendo in evidenza le sue ascelle pelose, e il tipo tuffato con la bocca sulla figa pelosa, Il mio cazzo diventa di marmo decido di godermi lo spettacolo. Dopo che il tipo gli ha leccato la figa, che la ha fAtto sborrare diverse volte, si prepara di penetrarla il tipo ha un cazzo enorme circa 22 cm e largo come una lattina di coca, prima di penetrarla mia moglie lo prende in bocca a fatica per la sua enormita’. Si posiziona in mezzo alle gambe e inizia a penetrarla, mia moglie lancia dei gridolini di piacere mentre lui gli lecca il collo e poi scende fino Alle ascelle pelose leccandole. Dopo quasi 15 minuti in quella posizione il tipo si stacca e la fa girare a pecora mettendo in evidenza quel bel culo ma vedo che il tipo non indirizza il suo cazzo verso la figa, ma lo poggia sul buco del culo, quella Troia che da me non si e fatta mai inculare adesso si faceva penetrare da quella mazza enorme. Mia moglie godeva come una matta gli uscivano dalla bocca cose mai sentite: dai rompimi il culo dai mmmmm monta per bene questa vacca in calore.. Si sono la tua Troia vacca. A quelle parole me lo caccio fuori e mi inizio A masturbare di brutto quando il tipo di corsa gli toglie il cazzo dal culo e glielo infila in bocca sborrandogli una grossa quantita’ di sperma che non riesce ad ingoiarla tutta. Dopo quella scena decido di allontanarmi per non farmi vedere torno alla stazione di servizio dove parcheggiava mia moglie e la aspettai.torno dopo circa 30 minuti scese dalla BMW e sistemandosi la gonna sali sulla sua auto e parti.
Non sapevo cosa fare e così girai un Po per il paese finche non si faceva orario per tornare a casa. Dopo quel giorno questa cosa si e’ ripetuta diverse volte. Un giorno presi il cellulare di mia moglie e mi misi a sbirciare tra i messaggi, e feci una bella scoperta, un sms diceva che si sarebbero incontrati il giorno dopo ma non al solito posto ma a casa mia, alla visione di quel sms mi venne un’idea il giorno dopo avrei finto di andare a lavoro e mi sarei nascosto nell’armadio. Rimasi nell’armadio per circa un’ora spiando mia moglie si stava preparando da vera Troia reggicalze bianche vestaglia da notte corta senza reggiseno e perizoma bianco di velo trasparente che metteva in risalto i suoi folti peli. Busso il campanello ed entro il tipo della BMW, mia moglie alla sua visione inizio a baciarlo con foga gli sbottono’ il pantalone ed inizio a masturbarlo, sembrava una vera vacca in calore poi lo prese in bocca ed inizio un fantastico pompino il tizio sborro quasi subito in gola.
Dopo che la ripulito per bene la fece mettere seduta con le spalle verso la spalliera del letto con le braccia alzate e le mani dietro la nuca e inizio’ a leccargli i peli sotto le ascelle sudate poi scese con la lingua fino ad arrivare alla figa a quel momento iniziai a masturbarmi.
Dopo averla leccata per bene l’uomo si stese sul letto e fece salire mia moglie a smorzacandela , godeva come una vacca e io godevo dall’armadio, poi la giro a pecora e la penetro il culo pompandola per piu di 20 minuti ad un tratto l’uomo gli disse che a breve avrebbe sborrato, e mia moglie gli disse di sborrargli in figha. Si mise in posizione da missionario e l’uomo gli sborro’ un fiume di liquido in figha, a quel punto mia moglie urlo -cornutone me ne sono accorta che stai in armadio e stai godendo, esci e puliscimi subito la figha – a quelle parole rimasi pietrificato ormai se ne era accorta. Io seguendo il suo ordine uscii e inginocchiandomi tra le sue gamba gli ripulii la figha dalla sborra del tipo. Quando finii l’uomo mi disse – e bravo il cornutone per il bel servizio che hai fatto ti faccio un regalo- e mia mogli rispose – amore mettiti a pecora e vedi come e bello il cazzo del mio stallone- io senza fiatare mi misi a pecora e io tizio con un colpo di reni mi sfondo’ io culo, e dopo un quarto d’ora di pompate mi sborro’ nel culo. Dopo aver sborrato mi lasciarono solo sul letto deridendomi e chiamandomi cornuto. E stata la piu bella esperienza della mia vita e da allora quando mia moglie porta qualcuno a casa, si da scopare prima lei in mia presenza e poi fa scopare me.

Commenti [7]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *