la SPA

Hits: 10

Ciao sono Elena ho 35 anni sposata da sei, un bambino di 4 anni, sono alta 1,70 capelli rossi lunghi fino al sedere, occhi verde chiaro, una terza di seno belle sode grazie alle protesi messe dopo un problema di salute, un culo bello sodo grazie all’attività fisica e il corpo longilineo e magro con addominali leggermente scolpiti.
Con mio marito le cose non andavano a gonfie vele ed ero in cerca di evasione, guardando in internet mi imbatto in un annuncio di una spa naturista, apro il sito e vedo le foto del locale, sembra un mix di uno strip-club con centro benessere. La mia curiosità mi spinge a prendermi una giornata dal mio lavoro ed andare in questa spa, avviso mio marito che sarei rientrata tardi, preparo la borsa con un costumino bianco molto piccolo, ciabatte e asciugamano ed un libro nel caso mi annoiassi, prendo la macchina e guido fino a destinazione, il locale deve aver aperto da poco nel parcheggio ci sono poche macchine, alla reception mi accoglie con un bel sorriso una ragazza molto carina che mi spiega in poche parole che si tratta di una spa dove si possono consumare rapporti sessuali con gli altri clienti e che si poteva girare nudi senza problemi.
Mi accompagna fino allo spogliatoio e mi saluta, appoggio la borsa e iniziò a spogliarmi, iniziò già ad immaginare di essere scopata da sconosciuti e sento la mia figa che si bagna, una volta nuda mi rinfresco mi infilò le mutandine e il reggiseno prendo l’asciugamano e mi avvio verso le piscine.
Iniziò a fare un giro e vedo uomini di 60 anni che se ne vanno in giro con il cazzetto moscio guardandosi in giro, poi ci sono una coppia di trentenni nell’idromassaggio che si bacia con passione, mi fermo ad osservarli con discrezione, lei è bionda capelli raccolti da un elastico, un seno prosperoso circondato dalle bolle, lui fisico prestante, capelli neri e tatuaggio sulle spalle.
Sono presi dall’eccitazione, dopo poco lei si siede sopra di lui, il suo seno e fuori dall’acqua, i capezzoli sono duri, lui inizia a leccarli e inizia a penetrarla, lo capisco dai movimenti di lei, chiude gli occhi, sta godendo, la mia mano inconsciamente è già dentro il micro bikini sono bagnata e le mie grandi labbra sono già aperte, mi tocco mentre i due continuano a scopare, mi eccita da morire, non ero mai stata spettatrice dal vivo di un rapporto, il mio dito entra nell’umida fighetta e iniziò a masturbarmi, in poco tempo raggiungo l’organo quasi in contemporanea ai due, cerco di ricompormi ma sono molto accaldata, loro escono dall’idro, lei va da una parte e lui dall’altra, seguo con lo sguardo quel pene ancora duro, passa davanti a me e vorrei prendere quei 18/20 cm dentro me, sono arrapata e per calmare i miei bollenti spiriti mi faccio un tuffo in piscina.
Dopo essermi rilassata un po’ in acqua esco e mi sento tutti gli occhi addosso, il mio bikini bianco era diventato trasparente, i capezzoli si vedevano nonostante le luci soffuse, ma ancora di più si vedeva il mio pube depilato e le mie labbra socchiuse, cerco l’asciugamano per coprirmi e cambio zona, non sono mai stata esibizionista nonostante il mio bel l’aspetto ma lo sguardo di quelle persone avevano acceso una voglia in me, arrivata nell’area sauna appoggio le mie cose sul lettino e mi avvio a fare il percorso idrocromatico, le luci e i getti d’acqua mi stavano eccitando così finito il primo giro mi tolgo il costume e rifaccio il percorso nuda, che bello!mi sentivo libera il mio seno duro era illuminato e bagnato, le gocce creavano vari riflessi, sul mio pube liscio le gocce scivolano via, altre persone partecipano al percorso e mi accorgo che dietro di me c’è un signore sulla cinquantina con una grossa pancia ma anche un cazzo bello grande già duro eccitato dal mio culetto!
Le sue mani scorrono si è giù per la mazza, me lo sento sempre più vicino, uscita dal pescorso è ancora dietro a me, arrivò al mio lettino per asciugarmi e mi metto a 90, il vecchio senza dire niente mi penetra di colpo, restò senza fiato ma mi piace e lo lascio fare, mi penetra con un ritmo veloce e in 2 minuti eccolo già che mi sborra sul mio sedere, sono delusa dalla durata ma soprattutto perché non avevo goduto e adesso ero proprio vogliosa di scopare, entrò nella sauna e vedo la ragazza dell’idro che si sta facendo montare come una cagna i suoi gemiti mi fanno eccitare ancora di più, salgo sulla panchina e mi faccio leccare la figa da lei e bacio lui come una selvaggia, la sua pancia non mi fa vedere le misure del pene ma appena lo estrae dalla figa della bionda resto allibita e mi posizionò per prenderlo tutto, e grosso e lungo e fatica ad entrare nella mia figa, assecondo i suoi movimenti fino a farlo entrare tutto, la bionda baciandomi soffoca i miei gemiti, la sua lingua esplora la mia bocca, i miei seni dondolano a ritmo la mia mano gioca con la clitoride e scoppio in un doppio orgasmo, mi distendo a pancia in giù mentre lo sconosciuto mi riempie le natiche di sperma e se ne va. La mia “amica di scopata” lecca e pulisce tutto poi mi bacia e se ne va lasciandomi il gusto dolce dello sperma in bocca, dopo pochi minuti mi riprendo e vado a bere qualcosa al bar.
Sono passate 4 ore da quando sono arrivata il tempo fortunatamente scorre piano e continuo a rilassarmi tra un drink e un bagno caldo, continua ad arrivare gente mentre c’è chi se ne va, decido di andare nell’area esterna, la temperatura non è ideale ma ho voglia di sentirmi il sole in faccia, metto gli occhiali da sole neri e mi distendo su un comodo lettino, mi spalmo dolcemente la crema sulle gambe poi sulla pancia è tolta la parte sopra del bikini, iniziò ad ungere le mie tette, mi sento sexy, i miei capezzoli sono già duri dalla temperatura bassa, sento i brividi sulla mia pelle, continuo a giocare con in miei seni, l’aureola rosa risalta dalla mia pelle chiara, la mia mano e già dentro la mia figa già bagnata e ancora aperta dal cazzone di prima, iniziano ad arrivare degli spettatori, saranno una decina insieme ad un paio di donne, sono tutti nudi davanti a me, le loro mani accarezzano le verghe già dure, chi può tocca le due donne un po’ dappertutto, si avvicinano, le mie gambe sono aperte al massimo e 4 dita stanno masturbando la mia figa.
Sento all’improvviso delle mani sui capelli, sulle tette, sulle gambe, sento una lingua sui piedi saranno 6 uomini addosso a me che guardano il mio amplesso solitario nella speranza di ricevere qualcosa, sono troppo concentrata su di me, gli orgasmi si susseguono, sono un fuoco, poi sento gemere gli uomini attorno a me, i loro cazzi stanno per esplodere, ed ecco il primo che mi schizza sulle tette, raccolgo un po’ di sperma con le dita e lo assaporo tutto, un altro mi viene sui piedi e senza dire niente lecca il suo seme lasciandomi pulita e se ne va, io continuo ad affondare le mie dita nella figa mentre uno degli spettatori cerca di infilarmi un dito nel culo, appena entra preso dal l’eccitazione dei miei mugugni eiacula sulla mia pancia e mi porge il cazzo per pulirlo,ancora altri schizzi mi arrivano sul pube, sulle spalle e anche sul viso, tutta bagnata di sperma vengo per l’ultima volta e senza forze mi trascino in doccia e dopo essermi lavata mi rivesto e torno alla mia routine con la promessa di ritornare a farmi scopare da tutti.

Commenti [77]