lecco la sborra dalla figa di mia moglie

Hits: 81

Vedere mia moglie a cosce larghe con la fica grondante di sborra dopo che qualcun altro l’ha chiavata godendole dentro è una cosa che mi procura sensazioni indescrivibili.
A volte mi capita di assistere alla monta.
Altre ne sento i rumori le grida o i gemiti provenire dalla camera da letto mentre io in soggiorno aspetto che il maschio dopo avermela riempita esca e mi autorizzi ad entrare in camera dove la trovo che mi aspetta distesa sul letto a gambe aperte e con la fica piena di sborra.
Il suo corpo nudo languidamente abbandonato avvolto dall’acre odore del sudore e dall’afrore di sesso che satura la stanza mi stordiscono.
Il viso disteso e l’espressione dolce e rilassato con le tumide labbra sensualmente atteggiate in un lieve morso mi intrigano complici.
Gli occhi lucidi ed il suo sguardo ammiccante mi catturano come una forza magnetica.
Le grandi labbra del suo sesso dischiuso e lucido dalle quali rivoli di sperma colano sulle lenzuola mi procurano fremiti che scuotono tutto il mio corpo e mi attirano con la stessa irresistibile forza che il profumo ed il colore dei fiori esercitano sulle api.
Per me il colore….sono gli occhi e la pelle vellutata di mia moglie-Il profumo dei fiori…è l’afrore di sesso che emana dal suo corpo saturo- Il polline…è tutto quanto di fluido e dolce la mia sposa ha in serbo per me dentro il suo umido e caldo scrigno.
Quando la vedo così,si scatena in me una voglia incontrollabile di infilarle la testa tra le cosce e bagnarmi il viso,gli occhi ed i capelli e poi con la lingua leccarla e ripulirla da ogni traccia lasciata dal suo maschio(a volte più d’uno!) e dal suo stesso godimento.
Mentre la lecco e le risucchio ogni goccia aiutandomi anche con le dita che le infilo nella vagina bagnata,lei mi accarezza i capelli e gode ancora nella mia bocca.
I suoi gemiti…le sue carezze….l’umido che mi avvolge il viso mi spronano a darle di più e stimolano in me energie sconosciute procurandomi eccitanti e violente scariche di adrenalina!
Sempre la lecco nutrendomi di ogni goccia degli umori che riesco a risucchiare da ogni angolo del suo anfratto uterino e lei sempre si contorce,gode e mentre mi accarezza i capelli ancora in preda a spasmi di piacere mi incita a leccarle la fica a entrarle dentro e bere tutto il contenuto che ha conservato per me:
-Questo è per te…leccami amore…bevi il succo del mio tradimento…nutriti col seme che il maschio ha versato per te..bevi…bevi…e puliscimi con la tua lingua meravigliosa…amore…fammi godere ancora..ohhhh….siiii…..siiiii-
Ogni volta mi accarezza….mi incita e mi chiama amore:
-Amore…mi fai morire…che bello…che belloooo…il mio sposo…siii il mio sposo…proprio lui mi lecca e mi ripulisce la fica…mi succhia e beve la sborra che il mio amante mi ha spruzzato dentro mentre godeva e mi faceva godere come la sua troia….ohhhh…siiii amore….sono la sua troia e il tuo amoreeeee…siiii…-
Mi chiama amore come quando l’abbiamo fatto la prima volta e come mi chiamava sempre quando ci amavamo nei primi anni dopo il nostro felice matrimonio.
Oramai tutto questo è come una droga per me,una droga della quale non riesco a fare a meno neppure per un giorno.
A volte durante la giornata,anche quando sono impegnato col lavoro,sento fortissimi nelle narici l’odore di sborra misto all’inebriante profumo di mia moglie e nella bocca il sapore dei fluidi che la mia sposa rilascia quando le lecco la fica piena.
In quei momenti una smania mi pervade e lievi tremori accompagnano il mio incontenibile desiderio.
Vorrei correre a casa e trovarla a letto con un maschio come era successo la prima volta e buttarmi tra le sue cosce per dissetarmi del suo tradimento e bere…bere…bere…sino a saziarmene!
A causa di questo,ho fatto lasciare a mia moglie il suo posto di lavoro onde permetterle di coltivare le amicizie che già se la chiavano e cercarne di nuove.
Addirittura nelle giornate in cui mi rendo conto che forse non succederà nulla,sono io stesso ad andarle a cercare i maschi anche a pagamento!
A volte l’accompagno in qualche club privé dove nessuno sa che sono il marito e la lascio completamente libera in balia di orde di maschi che me la restituiscono ben soddisfatta e completamente piena di bollente e gustoso sperma.
Solitamente quando andiamo in un privé lei si fa montare in ambienti piccoli nei quali alla fine del via vai di maschi,io possa entrare e dopo aver chiuso a chiave,posso gustarmela come una torta farcita.
A volte dagli ultimi amanti si fa sborrare in bocca e senza ingoiarla la conserva per il momento in cui baciandola può travasarla tra le mie labbra.
Dopo averla ben ripulita e fatta godere ancora,mi stringo a lei e rimaniamo abbracciati come fidanzatini innamorati prima di tornare felici a casa nostra.
Sono oramai più di dieci anni che non facciamo l’amore io e mia moglie.
Prima di conoscere mia moglie,ero un vero instancabile “sciupafemmine” me ne chiavavo quasi una al giorno e vi erano giorni in cui me ne facevo anche 2 o 3 diverse.
Naturalmente non parlo di privé,orge o scambi di coppia alle quali portavo alcune mie ragazze prima di sposarmi.
Dopo il matrimonio ho messo la testa a posto rimanendo fedele al vincolo matrimoniale e vivendo anni meravigliosi accanto alla mia sposa.
Tutto è cominciato quando la passione ha cominciato ad affievolirsi e all’attrazione fisica si era sostituita una pacifica ma noiosa routine
Non facevamo più l’amore da moltissimo tempo.
Nonostante che i nostri rapporti fossero sempre ottimi sia in casa che con i parenti o amici,io non avevo più stimoli sessuali verso di lei e neanche verso altre donne anche se le occasioni non mancavano di certo.
Lei non mi chiedeva mai i motivi della mia freddezza ne ha mai fatto nulla per cercare di destarmi dalla pigra situazione in cui oramai ero precipitato.
Una sera dopo il lavoro come in un classico racconto di tradimenti,al mio rientro a casa la trovo nel nostro letto matrimoniale in compagnia di uno sconosciuto.
Al mio apparire,il maschio si è sfilato dal suo corpo e precipitosamente si è rivestito dileguandosi.
Lei era lì muta.
Era completamente nuda le gambe leggermente piegate,le cosce aperte e dal suo sesso dischiuso,colavano filamenti lucidi di sperma.
Mia moglie calma e completamente immobile,senza parlare ha accennato un sorriso poi,recuperando lo spirito ironico che l’aveva sempre contraddistinta mi ha detto:
-Poverino…me lo hai spaventato proprio mentre stava godendo!-
Carpe diem!Cogli l’attimo!
Quel sorriso ironico e quella frase hanno cambiato la mia vita per sempre.
Come un automa ho lasciato cadere la borsa che avevo con me e senza neanche togliermi il soprabito mi sono tuffato col viso tra le sue cosce.
Mentre la leccavo lei mi accarezzava i capelli e mi chiamava amore!
Io non so cosa mi sia successo!
Non ho mai avuto tendenze gay!
Non ho mai avuto tendenze masochiste ne aspirazioni da voyeur o cornuto contento!
Non sono mai stato sottomesso ne mai alcuno ha esercitato su di me pressioni umilianti!
Il fatto incomprensibile e sconcertante è che non ho più pulsioni sessuali che coinvolgano il mio membro né mi sento preda di particolari perversioni sessuali o di altro genere.
Il rapporto con mia moglie è perfetto.
Lei è felice!
Soddisfatta della sua sessualità e contentissima del fatto che eroticamente abbiamo raggiunto un equilibrio perfetto:
Lei gode facendosi chiavare da chiunque le garbi e gode del fatto che io la ripulisca della sborra che i suoi stalloni le sparano in corpo e con questo soddisfi gli insondabili e misteriosi fantasmi che abitano nel profondo del mio essere…..il suo amore!
Fine

Commenti [39]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *