mia moglie e il sessantenne

Hits: 806

Dopo l’esperienza con il ragazzo di colore la nostra vita sessuale ha subito un’improvvisa impennata in quanto il godimento che mia moglie ha provato le ha fatto capire quanta voglia di cazzo ha anche lei.
L’occasione per trasgredire nuovamente si è presentata in vacanza. Siamo stati in un villaggio turistico dove abbiamo conosciuto tante persone. tra queste c’era Sergio un distinto signore sessantenne che si gode la vita da single.
L’abbiamo conosciuto in spiaggia, perchè eravamo vicini di ombrellone e si è rivelato subito molto simpatico e socievole.
Le giornate trascorrevano tranquille con lui che faceva di tutto per attirare l’attenzione e la simpatia di mia moglie non perdendo occasione di riempirla di gentilezze e complimenti. Sicuramente la mia lei con la terza di seno e con un fisico tonico ha fatto colpo ma la cosa che credo attirasse il nostro nuovo amico era certamente il suo fondoschiena.
Ormai eravamo sempre insieme, a colazione, a pranzo, in spiaggia, a cena e lui era sempre galante non perdendo occasione di apprezzare le grazie di mia moglie e di dire quanto ero fortunato ad avere una donna come lei.

L’abbiamo conosciuto in spiaggia, perchè eravamo vicini di ombrellone e si è rivelato subito molto simpatico e socievole

Una sera a cena le chiese se voleva prendere lezioni di balli latino americani con lui e siccome a mia moglie piace molto ballare, lei accettò di buon gusto così dal giorno dopo, ogni pomeriggio, i due si ritrovavano in pista a prendere lezioni di ballo.
Inutile dirvi che sia mia moglie che Sergio andavano in costume da bagno per cui le mani del sessantenne finivano inevitabilmente per toccare o sfiorare la pelle nuda di lei.
I suoi tocchi erano molto delicati e questo le accendeva un certo languorino che, inevitabilmente, le faceva inumidire la fica tant’è che ogni volta che tornava in camera dalle lezioni di ballo era molto bagnata ed eccitata e finivamo per fare del sesso sfrenato, inserendo Sergio nelle nostre fantasie, con notevole piacere di entrambi.
Ma una sera Sergio ci invitò ad andare in un posto dove si ballava musica latina e noi accettammo di buon gusto.
Il locale era all’aperto e si respirava un’atmosfera di allegria, di libertà e di libertinismo con tante bellissime donne, vestite in modo molto intrigante, che si lasciavano andare tra le braccia dei loro partner in evoluzioni di danza anche parecchio erotiche.
Mia moglie non era da meno sia come evoluzioni che come vestiario in quanto aveva optato per una camicetta nera, sbottonata sul davanti tanto da far intravedere le forme delle sue mammelle, su una gonnellina plissettata grigia che le arrivava parecchio sopra il ginocchio mettendo in evidenza le sue gambe affusolate ed il suo gran bel culetto.

Il locale era all’aperto e si respirava un’atmosfera di allegria, di libertà e di libertinismo con tante bellissime donne

A completare il tutto dei sandali con tacco alto allacciati alla schiava. Insomma era una carica esplosiva di fascino ed erotismo.
Sergio se ne accorse e nel tragitto non faceva che decantare quanto lei fosse sexy facendo trasparire una certa eccitazione di cui mia moglie si accorse durante il ballo in quanto, quando lui le strusciava il bacino contro, lei sentiva distintamente la durezza del suo membro.
Ballarono molto e tantissime volte le loro bocche erano a stretto contatto l’una con l’altra ed altrettante volte lo erano con i rispettivi colli.
Per mia moglie percepire il desiderio di Sergio non faceva altro che aumentare la sua eccitazione tanto che, ad un certo punto, sentì un lago tra le sue cosce e questo suo stato di voglia le fece indurire i capezzoli.
Sergio avvertiva questo stato di mia moglie e allora non perse occasione di dirle nell’orecchio quanto era eccitante, quanto lo eccitava e quanto lui avrebbe voluto possederla in tutti i modi possibili per farla sentire una vera regina ma anche una grandissima puttana.
Mia moglie era inebriata da quell’uomo e queste parole non facevano altro che aumentare la voglia di essere posseduta da lui tanto che rispondeva con dei flebili siiii.
Sergio aveva capito che, ormai, ce l’aveva in pugno ma, da grande porco qual’era, voleva inserire anche me in questa situazione per rendere ancora più eccitante la situazione che lo avrebbe visto scopare una così bella donna davanti al proprio marito facendola mugolare di piacere.
Ci chiese se volevamo andare e così ci incamminammo verso la sua auto.
Nel mentre ci chiese se volevamo sederci dietro io e mia moglie e , mentre lui guidava sino al villaggio, potevamo fare quello che volevamo dato lo stato di eccitazione in cui eravamo.
La sua richiesta ci stuzzicò non poco, fare sesso davanti a lui ci eccitava molto e così accettammo.
Una vola in macchina iniziai a baciare mia moglie con voluttà, lei era estremamente eccitata, respirava affannosamente, metteva le testa all’indietro offrendomi il suo collo che prontamente baciai e leccai all’inverosimile.

Una vola in macchina iniziai a baciare mia moglie con voluttà, lei era estremamente eccitata, respirava affannosamente

Sergio, mentre guidava, dava uno sguardo a noi dietro cosicchè decisi di fargli vedere uno spettacolino davvero eccitante ed iniziai a sbottonare la camicetta di mia moglie mettendo in bella vista il suo reggiseno nero di pizzo che faceva intravedere i suoi capezzoli gonfi e duri.
Lui si umettava le labbra mentre guardava e così decisi di andare oltre scoprendo i seni di mia moglie ed offrendoli alla sua vista
La situazione era davvero eccitante, stavamo toccandoci mentre un altro uomo ci guardava e si eccitava anche lui.
Mia moglie era bagnatissima, la sua lingua saettava nella mia bocca in una danza erotica con la mia, il mio cazzo era durissimo e così quello di Sergio.
Ci diceva che lo stavamo eccitando a dismisura e , mentre io leccavo i capezzoli di mia moglie, mi ordinò di scostarle le mutandine per fargli vedere la fica.
Io eseguì prontamente, lui accostò e si voltò dietro per vedere la fica bagnata di mia moglie che secerneva umori in continuazione, il clitoride era gonfissimo, la vagina molto lubrificata, Sergio si toccò il cazzo e ci propose di continuare a fare tutto ciò nella sua villetta.

lui accostò e si voltò dietro per vedere la fica bagnata di mia moglie

Presi da quella pazzesca eccitazione accettammo.
Ci ricomponemmo alla meglio ed entrammo nel villaggio, parcheggiò l’auto vicino alla sua villetta ed entrammo.
Appena dentro prese mia moglie per un braccio, le cinse la vita, l’attirò a se e la baciò in bocca con un bacio che era un vortice di passione lasciandola senza fiato, poi si rivolse a me e disse perentoriamente : “accarezzala e spogliala”.
Lui si sedette sulla poltrona ed io mi posizionai dietro mia moglie , le feci sentire la mia eccitazione ed iniziai lentamente ad accarezzarla partendo dai fianchi sino ad arrivare ai suoi seni che iniziai a massaggiare da sotto la camicia.
sempre lentamente le sbottonai la camicia e misi in mostra il suo seno estraendolo dal reggiseno e titillando i capezzoli per farli diventare ancora più turgidi.
Sergio si era calato i pantaloni ed aveva messo in mostra un cazzo davvero notevole con una cappella ormai violacea per l’eccitazione ed iniziò a menarselo lentamente mentre mi ordinava di spogliare mia moglie completamente nuda.
Le sganciai il reggiseno, le sfilai la gonna e le tolsi le mutandine velate facendola rimanere solo con i sandali alla schiava.
L’eccitazione era alle stelle, mia moglie respirava a fatica per quanto era eccitata e lui le ordinò di toccarsi mentre io le accarezzavo i capezzoli.
Lei lo fece, iniziò a strusciarsi il clitoride, lui le ordinò di aprirsi la fica e così fece penetrandosi poi con un dito e gemendo dal piacere che la situazione le provocava, io le accarezzavo i capezzoli che di tanto in tanto mordicchiavo e lui si masturbava il suo enorme cazzo.
Ad un certo punto mi ordinò di prendere una benda che era lì vicino e di bendarla, lo feci, poi me la fece portare sul letto e legare mani e piedi con della seta.
Era eccitantissimo vedere mia moglie così eccitata mentre , completamente nuda era legata al letto.
Sergio mi ordinò di spogliarmi e di sedermi ad una sedia dove lui mi legò le mani alla spalliera.
Il mio cazzo era teso allo spasimo , l’aria era satura di sesso, Sergio si avvicinò a mia moglie ed iniziò a carezzarle tutto il corpo indugiando sulle sue parti intime.

mia moglie così eccitata mentre , completamente nuda era legata al letto.

Vedevo due sue dita strofinarle il clitoride e altre 2 penetrarla in profondità provocandole vampate di piacere.
Mentre la toccava le diceva che sarebbe stata la sua puttana, che le avrebbe fatto esaudire ogni suo desiderio più osceno e che non avrebbe potuto più fare a meno del suo cazzo.
A queste parole ed al sapiente tocco delle sue dita l’eccitazione di lei saliva sempre più amplificata dalla benda che le dava la sensazione di essere dominata.
Sergio portò il cazzo alle sua bocca, le ordinò di aprirla e leccarlo, lei lo fece, la lingua che sino a pochi attimi prima mi aveva baciato stava leccando il cazzo di un altro uomo provocandogli un piacere incredibile a giudicare dai versi che faceva.
Lui si rivolse a me dicendomi che mia moglie adorava fare i pompini per come si stava impegnando e così volle ricambiare, le slegò le caviglie, le piegò le gambe sul torace ed iniziò letteralmente a divorare la fica della mia donna leccando e succhiando tutti gli umori che secerneva portandola rapidamente ad un orgasmo devastante.
Mia moglie si contorceva tutta, stava godendo in un modo pazzesco e Sergio continuava imperterrito a leccare inserendo 2 dita nella fica .
Gli umori colavano copiosi tanto che inumidivano anche il suo orifizio anale che ben presto diventò meta di attenzioni da parte di quel sessantenne che stava letteralmente facendo impazzire mia moglie.o
Infilò dentro prima un dito, poi due e nel frattempo continuava a martoriarle il clitoride portandola ben presto ad un secondo imponente e devastante orgasmo.
Mia moglie gridava dal godimento implorandolo di possederla e dicendogli che avrebbe soddisfatto qualsiasi sua richiesta pur di essere penetrata.
Sergio non se lo fece ripetere 2 volte e, sempre tenendola con le gambe piegate sul torace, puntò il membro sul suo buchino e la inculò dapprima molto delicatamente per far adattare lo sfintere alle dimensioni di quel cazzo e fermandosi ogni qualvolta che entrava di qualche centimetro sino alla penetrazione totale.
Una volta entrato tutto nel culo di mia moglie iniziò a stantuffarla con un ritmo cadenzato facendole sbattere le palle sui glutei e portandola ad un livello estremo di eccitazione e di godimento .

Una volta entrato tutto nel culo di mia moglie iniziò a stantuffarla con un ritmo cadenzato facendole sbattere le palle sui glutei

Ormai godeva in continuazione, girava la testa da un lato e dall’altro, si mordeva il labbro inferiore , sentiva montare un orgasmo anale incredibile tanto da dire a Sergio che il suo cazzo la stava facendo impazzire e che sarebbe stata sua ogni qualvolta lui avesse voluto.
Intanto io stavo impazzendo ugualmente vedendo mia moglie inculata che era prossima ad un orgasmo violentissimo.
Lui la sbatteva e le chiedeva: “sei la mia puttana?” e lei …siiiii….sono la tua puttana…inculami sino allo sfinimento….fammi godere…..mi scoperai ogni volta che vorrai…ma adesso, ti prego…fammi godereeeeeee….
Sergio iniziò a penetrarla più velocemente masturbandole contemporaneamente il clitoride con il dito pollice della mano sinistra e incitandola a godere come mai aveva fatto prima e così fu…mia moglie fu squassata da un orgasmo multiplo che le fece vibrare il corpo per parecchi secondi mentre rantolava con dei versi animaleschi.
Era sicuramente l’orgasmo più forte che avesse mai provato tanto da portare all’orgasmo anche Sergio che le venne nel culo inondandola di sperma calda .

anche Sergio che le venne nel culo inondandola di sperma calda

Io non resistevo più e chiesi a gran voce di godere.
Mia moglie si alzò dal letto, prese Sergio, lo baciò in bocca lo tirò verso di me e ,mentre si baciavano come 2 pazzi, impugnò il mio membro e con 2 sapienti menate mi fece venire in un modo incredibile.
Mi svuotai anche l’anima quella sera ma è stata una sera che certamente non dimenticheremo mai.

Commenti [571]

15 risposte a “mia moglie e il sessantenne”

  1. Un racconto molto eccitante, descritto in un modo talmente reale che quando leggi sembra mimetizzarsi proprio in quella serata…molto eccitante…magari ritrovarsi in una situazione come questa…complimenti

  2. Beh l’erotismo parte dalla testa e qui ce ne è tanto. In ogni donna c’è una puttana ma la parola puttana deve essere vista in maniera positiva, eccitante, coinvolgente….. Basta saper tirarla fuori. Complimenti alla signora spero conoscerla

  3. Racconto eccezionale ed intrigante … il coinvolgimento e’ tutto … esperienza da fare limando i piccoli particolari x rendere molto realistico la storia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *