mia moglie in bikini

Hits: 17

Salve ragazzi vi racconto di una bella mattinata passata al mare con mia moglie. E’ necessario fare una premessa sul nostro rapporto al fine di comprendere la libidine della storia. Io e lei litigavamo spesso sulla sua passione per la lingerie e secondo lei a me non faceva nessun effetto vederla con dei completini molto particolari.In verità le stavano molto bene certi baby doll e reggiseni trasparenti che lasciavano intravedere i suoi bei capezzoli larghi e quelle tettone taglia quarta, per non parlare di certi slip che mettevano in mostra la sua fica sempre depilata con quel clitoride gonfio e sporgente.
Forse il continuo vederla sempre sexy aveva creato in me una specie di assuefazione e quindi, come lei sosteneva,non le facevo più i dovuti complimenti.Decisi allora di dimostrarle che desideravo ancora vederla in tenuta sexy e organizzai di trascorrere insieme una bella giornata al mare. Senza dirle nulla il giorno prima comprai un bel bikini nero a rete.
Quando finalmente arrivammo in spiaggia e ci mettemmo sui nostri lettini le porsi il regalino dicendole di andarlo a mettere negli spogliatoi.
Tornò dopo dieci minuti con un’espressione imbarazzata e imbronciata.
Lo spettacolo che offrì a me e a tutti i vicini era unico! Attraverso la maglia a rete si notava il segno dell’abbronzatura e poi i suoi capezzoli larghi e rosa creavano un dolcissimo contrasto con il colore nero del top.Il pezzo di sotto invece lasciava intravedere tutta la fessura della fica al centro della quale sporgeva la forma tonda del clitoride. I bei glutei tondi e sodi erano coperti solo per un quarto e a ogni passo rimbalzavano mettendo addosso una fortissima voglia di incularla.
Si stese accanto a me e disse:
-ma ti rendi conto che mi stanno guardando tutti? Praticamente è come se stessi nuda!
-cara volevo solo dimostrarti che ti desidero sempre e poi in verità sei ipersexy!
-ma non ti da fastidio che gli altri mi guardano allupati?
-no tesoro, anzi sapere che sei desiderata per me è un vanto- le afferrai la mano e me la portai sul cazzo che era durissimo e le bisbigliai:
-andiamo in acqua che non ne posso più!
In mezzo alle onde mi portai le sue gambe intorno alla vita e la feci distendere a fior d’acqua facendole abbassare il top in modo da godermi i suoi capezzoli duri e appuntiti che spuntavano dall’acqua.
Le chiesi di immergersi e di farmi un bel pompino sott’acqua. Mentre succhiava il suo culo era in bella mostra e notai che alcuni bagnanti lo fissavano esterrefatti. Le venni in bocca in pochi secondi ma volevo godermi qualche altro suo spettacolino e le feci:
-cara adesso ritorno a riva tu raggiungimi tra due minuti e mentre passi tra la gente togliti il top!
-ma tu sei veramente matto!? anche se mi vergogno un po’ lo faccio per te!
Seguii attentamente ogni suo movimento e devo ammettere che aveva veramente la postura e l’atteggiamento di una pornodiva. Mentre veniva verso di me mi fissò negli occhi e con fare disinvolto si slacciò il top mettendo in bella mostra le sue magnifiche tettone. Era bellissimo vedere la sfumatura bianca del costume che contrastava con l’abbronzatura mentre i suoi capezzoli turgidi per il freddo sembravano invitare a scopare. In quell’istante mi ero reso conto che le tette nude di mia moglie mi arrapavano più della sua fica. In effetti vedere quelle bocce al vento in mezzo a tanta gente mi dava i brividi e immaginavo quanti tra i bagnanti avrebbero voluto scoparsela e palparle le tette.
Accanto a noi c’erano tre ragazzi che indossavano dei costumi a slip e si capiva benissimo a giudicare dal loro bozzo che mia moglie aveva fatto effetto.
Mi venne una bella idea; afferrai mia moglie e la portai in cabina passando proprio davanti ai ragazzi che fissavano imbambolati le sue tette.
Lasciai la porta della cabina socchiusa e notai che i giovani si erano accovacciati per spiarci.
Mi sedetti sulla panca e feci poggiare mia moglie sul mio cazzo mettendola in modo che avesse di fronte i tre spettatori.
Si accorse di loro e mi fece:
-fermati che ci guardano quei porci!
-non importa cara! lasciamoli guardare; oggi sei meravigliosa e voglio che tutti mi guardino scopare la mia bellissima donna!
La facevo andare su e giù sul cazzo tenendole le tette sollevate per mostrarle bene ai nostri spettatori.
Ci guardavano con la bocca spalancata e godevano tanto nel sentirla ansimare. In verità mia moglie godeva a voce alta ogni volta che la scopavo e a due metri da noi i ragazzi la sentivano piuttosto bene.
Quando fui sul punto di venire la sollevai e la feci girare col seno verso di me. Le sborrai sulle tette lasciandole dei lunghi rivoli di sperma su entrambe le bocce poi le dissi:
-tesoro non ti pulire, esci da qui in topless e quando sei sul lettino spalmati tutto per bene.
Si diresse verso il lettino passando tra la gente che le guardava le tettone bagnate del mio sperma, si stese e lentamente si spalmò dolcemente il liquido sul seno come se fosse stato del comune filtro solare.
I ragazzi la guardavano ormai arrapatissimi e senza pensarci su si coprirono il cazzo con gli asciugamani segandosi come dei forsennati.
Mia moglie notò tutto e quando la raggiunsi fece:
-questa giornata non la scorderò più! sei stato un vero porco e mi hai fatto capire che so essere una gran puttana!
-cara ho voluto godermi la tua bellezza e farti capire che sei e sarai sempre la mia puttana personale.

Commenti [22]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *