orgia anale per mio marito

Hits: 31

Mio marito si è reso conto che più i cazzi sono grossi e più io godo, per cui 12 mesi or sono comprò un presidio medico (che consiglio a tutti gli uomini che vogliano ingrandire le dimensioni del loro pene) che in un anno ha portato le dimensioni del suo cazzo dai (18×3.5 ai 24×5) cm per la mia felicità, dato che adesso posso godermi le DOPPIE PENETRAZIONI (con mio marito) visto le sue nuove considerevoli dimensioni…
Per quanto riguarda Riccardo invece le cose hanno avuto ulteriori sviluppi, infatti per il SUO 39 esimo compleanno, che quest’anno è caduto a Pasqua, gli ho restituito il piacere, infatti gli ho organizzato un’ORGIA ANALE PARTY con i nostri 15 amici, ma di questo ne parlerò poi, anche perché visto l’esito ottenuto, mio marito ha voluto ripetere l’esperienza più volte, tanto da diventare una pratica settimanale, così come lo era per me…
Come promesso, ecco il racconto di come organizzai la festa di compleanno di Riccardo…
Era la vigilia di Pasqua e mio marito si stava facendo inculare da Samuel sul nostro letto matrimoniale, io ero coricata di fianco a loro e mi accorsi che Riccardo gradiva particolarmente la sodomizzazione selvaggia a cui Samue lo stava sottoponendo quella sera.così mi venne spontaneo dirgli “Amore non ti piacerebbe, per il tuo compleanno, ricevere come regalo una quindicina di cazzi neri che ti sfondano il culo?”…”Sìììììììììì!!!!!!!!!!”…
Fu la sua risposta, detto fatto, mi alzai ed andai a telefonare ai nostri amici, proponendo loro un’orgia anale per il giorno dopo, tutti mi diedero la conferma della loro presenza, anche perché erano ormai passati diversi mesi dall’ultima festa, solo omisi di informarli che il culo nel quale avrebbero dovuto infilare i loro uccelloni non era il mio ma quello di mio marito!!!…
L’utimo mi diede la sua adesione, proprio mentre sentivo di là Riccardo incitare Samuel a riempirgli il culo di sperma…
Il mattino seguente, alla spicciolata giunsero tutti ed io uno alla volta li resi edotti sul cambiamento di programma, all’inizio furono colti di sorpresa e mi manifestarono molte perplessità che però svanirono non appena li informai che coloro che non avessero voluto inculare mio marito non sarebbero più stati presi in considerazione per le successive mie feste anali…
“Che la festa abbia inizio”…
Furono le parole che pronunciai quando, dopo aver fatto legare, nudo e bendato, mio marito al solito cavallo in palestra, diedi il via alla sua festa anale…I ragazzi erano stati da me precedentemente avvisati su quello che volevo da loro e cioè che tutte le sodomizzazioni di mio marito fossero le più violente e durature possibili e che ciascuno di loro sborrasse almeno 4 volte nel suo culo…
Uno dopo l’altro i 15 neri incularono mio marito con tutta la forza di cui erano capaci, più di una volta gli affondi furono così violenti da farlo urlare per il dolore, ma Riccardo non chiese mai ai ragazzi di smettere, anzi li incitava chiedendo loro di rompergli il culo…La quindicesima sborrata gli aveva appena riempito l’intestino, che immediatamente riiniziarono il giro…
Io ovviamente riprendevo con dovizia di primissimi piani i cazzi mentre sfondavano il culo di mio marito ed il suo ano esageratamente spanato mentre si alternavano a sodomizzarlo…
La mia eccitazione era tale che sono riuscita ad avere un orgasmo solo contraendo i muscoli interni delle cosce, per non parlare di Riccardo che solo sfregando il cazzo sul cavallo, mentre lo inculavano, era riuscito a sborrare almeno due se non tre volte…
Nel frattempo anche la seconda tornata di sodomizzazioni era terminata e con essa il mio maritino era giunto a 30 sborrate nel culo…UAU…
Ed eravamo appena a metà festa…
Ormai Riccardo faticava a reggersi in piedi, così gli portai da bere e gli tolsi la benda dagli occhi perché volevo essere tranquilla che non si sentisse male…Nel frattempo era iniziata la terza tornata e Riccardo aveva il culo così rosso che sembrava dovesse prendere fuoco da un momento all’altro, però alla mia domanda se voleva che li facessi smettere rispose che stava godendo troppo per smettere ora…
Con la 45 esima sborrata terminò anche la terza tornata, mio marito ormai non si reggeva più in piedi, era letteralmente appeso al cavallo ma non smetteva di dire “Sìììì…ANCORAAAAHHHH!!!!”…
I ragazzi lo accontentarono e portarono a termine la festa anale di mio marito…
Per ben 60 volte gli avevano riempito il culo di sperma, le sue cosce pelose erano completamente intrise dello sperma che era colato dal suo culo, oscenamente sfondato, sino ad arrivare ad allagare il pavimento sotto i suoi piedi…
Quando se ne furono andati tutti, mi feci aiutare da Samuel a liberarlo dai legacci ed a posarlo sul pavimento con il viso sul lago di sperma, chiesi a questo punto a Samuel di lasciarci soli e quando se ne fu andato non so ancora perché ma ordinai a Riccardo di togliere con la lingua lo sperma dal pavimento…
Mentre lui eseguiva io ero morbosamente attratta dall’ano sfondato di mio marito, così dapprima iniziai ad accarezzarglielo dolcemente, poi quasi inavvertitamente gli feci scivolare dentro un dito, poi due, tre alla fine tutte e 5 le dita della mia mano destra erano agevolmente entrate nel suo ano…
Riccardo pareva gradire questa nuova variante anale, tanto da mugolare mentre leccava lo sperma per terra…
Fu così che senza incontrare quasi attrito spinsi tutta la mia mano dentro il suo culo, il suo urletto di piacere mi infoiò al punto che decisi che gli avrei messo nel culo anche l’altra mano…Questa volta feci molta fatica a farla entrare tutta, tanto che dovetti spingere con tutte le mie forze, ma incurante delle urla di dolore di Riccardo portai a termine il suo primo doppio fisting anale…
E come successe con le mie sodomizzazioni, all’immenso dolore seguì un altrettanto incredibile piacere, tanto che da allora terminiamo ogni sua orgia anale con una doppia mano penetrante!!!!…
Eh sì ho scoperto di avere come marito una VERA TROIA!!!!…
Ogni volta però c’era sempre qualche nuova defezione e fu così che dopo circa 4 mesi, a sodomizzare Riccardo rimasero solo i nostri vecchi amici, così pensai di ovviare alla carenza numerica di cazzi con la quantità…
Così un giorno proposi a mio marito una doppia penetrazione anale con i due miei falli più grossi…Riccardo accettò sistemandosi subito sul letto dopo essersi denudato il culo, mentre io rovistavo tra i miei “cazzi” alla ricerca dei più grandi… La sua prima DP fu preparata dal cazzo di Samuel che passando davanti a camera nostra e vedendo mio marito a 90° sul letto non si fece pregare e lo sodomizzò con forza lubrificandogli il culo con un fiume di sperma caldo…
Quindi mentre Samuel andava a farsi pulire l’uccello dalla lingua di Riccardo io mi posi dietro di lui con idue cazzi pronti a sfondargli il culo…
Mio marito stava succhiando con voluttà il grosso nerbo di Samuel ed intanto arcuava la schiena in attesa di essere penetrato dai miei due giocattoli neri…
Gliene infilai uno per volta, ma mentre il primo sparì velocemente dentro il suo culo, il secondo faticò molto per entrare, ma alla fine riuscii a forzargli lo sfintere anale ed anche il secondo fallo si fece largo nel suo culo…
Devo dire che questa nuova pratica piacque particolarmente a mio marito tanto che chiese ed ottenne di essere inculato contemporaneamente da Oscar e Victor…
Ad essere sincera anch’io non vedo l’ora di prendere contemporaneamente due cazzi tanto nella figa quanto nel culo, deve essere un’esperienza fantastica!!!…

Commenti [80]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *