scopa mia moglie

Hits: 6

Era trascorso più di un mese dal mio ritorno da Milano,Lia e Sabrina erano negli Stati Uniti per lavoro.
Io era da una 15ina di giorni che non facevo sesso, continuavo ad oziare preparandomi alla stagione estiva che sarebbe arrivata tra un mese visto che eravamo a metà Giugno.
Intanto mi occupavo dei miei affari tramite agenti e lo studio di Sonia,volevo comprare la villa che il papà di Lia mi aveva segnalato,il mio agente mi aveva riferito che l’acquisto sarebbe stato un buon affare.
Volevo essere sicuro dell’acquisto così pensai a Mario il marito della mia ex compagna,lo telefonai a casa mi rispose Titti(Tatiana) attuale sua compagna,con la quale ho avuto due incontri di sesso.
Titti–ciao,come stai?..dopo i convenevoli lei senza mezzi termini mi informa che gli manco, e che vuole vedermi,io cerco di fargli capire che la distanza ed il lavoro ci impedisce di vederci.Mi dice di farmi telefonare da Mario appena rientra visto che è fuori per lavoro.
La giornata la dedico al mio lavoro che consiste nel passare al bar e ritirare l’incasso,pagare i fornitori,passare dalla palestra ripetere anche qui l’iter del ritiro e dei fornitori,prendere un caffè con Roberta,arrivare in banca versare e fare dei bonifici.
Nel pomeriggio sono a bordo piscina che lo squillo del telefono mi desta da una eventuale siesta pomeridiana, dall’altro capo del telefono è Mario.
Le spiego la situazione dell’acquisto che vorrei fare,lui ascolta mi dice che sentirà dei suoi colleghi che abitano a Firenze e che mi farà avere una relazione scritta. Poi mi chiede se mi và di raggiungerli in una rinomata zona della Liguria che vuole prospettarmi degli investimenti molto convenienti.
Mi convince a raggiungerli sperando che tra due giorni possa avere già notizie riguardanti la mia richiesta,ci lasciamo salutandoci e con la promessa che tra due giorni ci saremo visti in Liguria.
Infatti due giorni dopo ero da loro che per la vacanza avevano preso una graziosa villa con piscina in un angolo della Liguria bellissimo,mi accolse con calore sia lui che Titti che vedendomi s’illuminò.
Lei era davvero favolosa,alta,bionda,era dimagrita un pochino e questo rendeva il suo corpo ancora più seducente,vidi la gioia nei suoi occhi,mi fece visitare la villa e quando eravamo distanti da Mario mi baciò donandomi la sua lingua dicendomi…ti voglio…gli dissi di Mario,ma lei rise rispondendomi…non temere…
Quando arrivammo alla piscina sdraiata su un lettino c’era una Dea,alta quanto Titti,capelli corti biondi,un seno strabordande con aureole grandi e i capezzoli duri,uno striminzito bikini che copriva appena la fessura,era di spalle e la visione del suo culo chiuso in una strisciolina di stoffa lasciando gran parte delle natiche scoperte mi procurò una erezione,Titti se ne accorse mi strinse il pacco…ti piace?..visto il mio sguardo confermativo…è mia sorella Katiuscia…arrivammo alle spalle di lei che voltandosi mi allungò la sua mano,il suo viso era bellissimo,gli occhi erano di un colore azzurro accecante,il suo sorriso,era davvero bella,età 32.
In piscina una ragazzina esce dalla vasca,anche lei con uno striminzito bikini che copriva appena il suo inguine ,lasciando scoperto il culetto,due bei seni con due capezzoli che l’acqua aveva fatto indurire,somigliava a Kati(Katiuscia),infatti mi disse Titti che Miriam era la figlia di sua sorella ed aveva 17 anni tra un mese 18,si sdraia accanto a sua madre che adesso parla con sua sorella in Russo.
Vedendo il mio “non capire la loro lingua” sorridendo Titti mi dice:
Titti– scusa,mi ha detto che finalmente ti conosce dopo che io gli avevo parlato di te…
Kati– si,ma parlo anche l’Italiano …mi dice ridendo..mentre Miriam ancora no..dice indicando sua figlia.
La mia camera è vicina a quella di Kati,opto per una doccia prima di scendere da loro che nel frattempo sono state raggiunte da Mario che tirato fuori due birre versandole ci sediamo mentre le donne sono in piscina con me che non posso fare a meno di guardarle,quando incrocio i loro sguardi sorridono e parlano in Russo,sembra che prendano in giro Titti.
Mario mi espone degli investimenti da fare in Russia,facendomi vedere quanti soldi ha investito lui assicurandomi un gran buon guadagno,mi convince al punto che telefonicamente chiamo Sonia e gli dico di investire una gossa cifra in quelle azioni tramite un conto Svizzero.
Mario– ti và di fare due passi? Voglio parlarti di una cosa…
Io– certo..ci alziamo guardo verso le ragazze che ridendo mi salutano con la mano.
Siamo nel giardino distanti dalle donne che Mario si ferma di colpo e mi dice:
Mario– ti piace Titti?
Io–Ma.. Mario?….
Mario–tu piaci molto a lei,so cosa è successo l’ultima volta che ci siamo visti,no non temere non sono geloso di te,tra me e lei c’è un accordo che abbiamo fatto quando abbiamo iniziato 8 anni fa la nostra relazione.Sai che io sono molto più grande di lei ed alla mia età non riesco più a soddisfarla a letto,sò che gli piacciono anche le donne ecco perchè sua sorella è qui,si hai capito bene sono incestuose.Lei mi racconta tutto,così quando hai telefonato l’altro giorno mi ha chiesto di farti venire,così gli ho organizzato questa vacanza di 15 giorni,io sono innamoratissimo di lei mi ha dato un figlio bellissimo che in questo momento è in Russia con i nonni e le tate,lei mi ha espresso il desiderio di averti qui ed io ho acconsentito, uno perchè ti reputo un amico,due perchè sei l’uomo che Marina aveva scelto. Per questo ti chiedo di farla stare bene nei giorni che tu rimani qui,te lo chiedo da amico.
Io–Mario,proprio perchè sono tuo amico non posso…
Mario– certo che puoi,ad Antibes vi ho lasciati soli apposta,farò lo stesso qui,starò via tre giorni,raggiungo gli amici che mi aspettano a Firenze per vedere in cosa vuoi investire,così avrete tutto il tempo per divertirvi.
Io– Ma..
Mario–niente ma..vedo i suoi occhi inumidirsi di pianto,poi riprende…vuoi che ti dica che non mi si alza più? Ok,lei è giovane non vuole tradirmi,per me con te non lo reputo un tradimento,voglio che lei stia bene, promettimi che la farai stare bene,ti prego…mi stringe la mano…sei un amico,adesso andiamo a berci una birra…
Raggiungiamo le ragazze a bordo piscina sono bellissime,vengono a sedersi vicino a noi sorridendo Mario mentre versa la birra nei bicchieri:
Mario– Titti io domani vado a Firenze,starò via tre giorni,lui resta qui a vostra disposizione..le dice sorridendo.
Kati mi lancia uno sguardo carico d’eccitazione e poggia una sua mano sulla mia coscia stringendola,il suo seno è invitante,sua figlia gioca con una cannuccia tra le labbra lanciandomi degli sguardi,Titti bacia suo marito su una guancia poi rivolge il suo sguardo su di me:
Titti–sarai solo in mezzo a tre donne…dice ridendo
Mario voltandosi verso di me:….non t’invidio proprio….scoppia una risata generale,poi Mario guarda le tre:…su andate a prepararvi per la cena vi portiamo fuori….le donne si alzano festanti con Kati e sua figlia che baciano Mario sulle guance,mentre Titti guardandomi…vieni su… mi dice senza farsi sentire dagli altri.
……………………………….continua

Commenti [17]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *