serata alle terme

Hits: 7

Avevano attraversato un periodo di crisi profonda, a causa di inutili gelosie malintesi e ripicche continue fino a lasciarsi, non si sono sentiti per molto tempo ma lui non faceva altro che guardare le loro foto e lei anche, giocando a volte anche con il loro amico Rosario. Fino a quando in giorno si sono risentiti tra mille paure e riserve ma con la stessa attrazione fisica di prima se non di più. La loro intesa sessuale era massima non avevano tabù o quasi, si confessavano tutto compresa la voglia di farsi vedere, arrivando addirittura a fantasticare su un ipotetico terzo partecipante alle loro attività molto hard. Decidono di rivedersi e entrambi già sapevano che sarebbero finiti con una scopata epica ma non ne erano sicuri. Decidono per un fine settimana fuori, lui prenota e prepara tutto, e fa anche un acquisto. Si danno appuntamento per partire, l’incontro fu già una bomba, visto che lei si presentò vestita in maniera molto provocante, lui ruppe subito il ghiaccio la baciò in maniera molto spinta e gli diede subito il pacchettino regalo. Sapevano entrano che quella serata difficilmente sarebbe finita in chiacchiere quindi il regalo fu a tema. Era un ovetto vibrante radiocomandato e lei aveva ricevuto sia l’ovetto sia il radiocomando come a dire: decidi tu. Passarono qualche minuto parlando poi lei andò a prendere le ultime cose per uscire. Lei con abile maestria fece scivolare nelle tasche della giacca di lui il radiocomando senza dire nulla, lui non si accorse di nulla, salirono in macchina e andarono a cena. Arrivati al ristorante si misero a tavola e lui si tolse la giacca, nel farlo mise le mani in tasca e si accorse del radiocomando. Non disse niente ma capì che quello voleva dire: questa sera sono tua fammi godere.

Era un ovetto vibrante radiocomandato e lei aveva ricevuto sia l’ovetto sia il radiocomando

Iniziò la cena, ordinarono e iniziarono a mangiare. Improvvisamente lei fece un balzo e si irrigidì alzò gli occhi e guardò lui negli occhi come a dire: ma sei matto? Lui in maniera furtiva senza farsi notare Aveva attivato l’ovetto con il suo radiocomando. Dopo il primo imbarazzo , lei si tranquillizzò perché si rese conto che non poteva essere sentita quella leggera vibrazione se non solo da lei, si tranquillizzò e iniziò a godersi la situazione, lui la stava stuzzicando all’interno di un ristorante pieno di gente ma nessuno poteva immaginare niente. La cena andò avanti tra sguardi intriganti, battutine hard e racconti vari. L’eccitazione saliva e lui si divertiva a variare la velocità di vibrazione con il suo radiocomando, lei invece parlava dando ogni tanto dei colpetti di tosse ad ogni variazione di velocità, ma era chiaro che si stesse eccitando da morire. Finita la cena, chiesero il conto e mentre aspettavano lui le diede un po di tregua spegnendo il telecomando. Arrivati alla cassa lui estrasse il portafoglio per pagare e dopo un po improvvisamente lei sentì una vibrazione vigorosa che la scosse tutta, ma non riusciva a capire cosa stesse succedendo, lui aveva le mani impegnate, cosa stava succedendo? L’ovetto aveva preso interferenze, era impazzito? Non si riusciva a spiegare. Improvvisamente si sentì una voce dalla sala, era il cameriere, scusi scusi, ha perduto questo, era il telecomando, era caduto dalla tasca e inavvertitamente il cameriere nel raccoglierlo aveva spinto il pulsante mettendolo al massimo. Lo riconsegnò a lui e andò via, nel farlo si girò a lei le sorrise e fece l’occhiolino, il cameriere sapeva bene cosa fosse e il pulsante non lo aveva premuto per errore, lei era stata stimolata praticamente per mano di un altro.

inavvertitamente il cameriere nel raccoglierlo aveva spinto il pulsante mettendolo al massimo

Uscirono dal locale salirono in macchina e lei racconto l’accaduto a lui, lì per lì ci fu il gelo, poi scoppiarono a ridere e iniziarono a baciarsi in maniera appassionata li in macchina fuori dal locale, lui le mise una mano tra le gambe e sentì le mutandine che erano un lago, prese il laccetto del l’ovetto e lo tiro fuori piano piano, era bagnatissimo lui lo prese con la bocca e lo succhio e poi diede un bacio a lei. La serata però non era finita, lui aveva spesso sentito parlare da un suo amico che studiava a Viterbo, delle pozze sulfuree all’aperto decisero di andare a vedere di cosa si trattasse. Le pozze sono delle vasche naturali di acqua sulfurea quindi anche molto calde in uno scenario surreale tra acqua vapore e natura. Arrivarono lì, si misero in abbigliamento comodo e sportivo con costume e si avviarono. C’era un po di gente nelle vasche ne trovarono una con poche persone e si misero in acqua. Era molto calda si stava magnificamente si misero comodi e iniziarono a rilassarsi, dopo poco rimasero solo loro in vasca e iniziarono a stuzzicarsi, le mani iniziarono a frugare tra i costumi, si sentivano tranquilli perché coperti dall’acqua, piano piano la situazione si fece più intrigante, lui gli aveva infilato una mano da dietro dentro al costume facendola passare sotto fino ad arrivare al buco della fica e iniziò a fargli un massaggio al clitoride che la portò in breve tempo al primo di una lunga serie di orgasmi, lui ovviamente non si fermò e continuo a stuzzicarla, lei un po in preda alla forte eccitazione un po perché scomoda non riusciva bene a fargli una sega lo toccava lo tirava su e giù ma era scoordinata a causa del piacere che stava provando, quando lei inizia a godere tanto diventa incontrollabile, perde ogni freno e è capace di tutto, dopo poco infatti si sposta prende il cazzo di lui e ci si siede sopra spostando il costume di lato e facendoselo entrare tutto dentro emettendo un sospiro di godimento, erano sempre in una vasca pubblica quindi i movimenti erano minimi ma lei fremeva per godersi quel cazzo fino all’ultimo.

lui gli aveva infilato una mano da dietro dentro al costume facendola passare sotto fino ad arrivare al buco della fica

Improvvisamente spunta un ragazzo, senza pensarci tanto entra in vasca e si mette comodo quasi difronte a loro, lei si blocca subito un po imbarazzata, il ragazzo, di una sfacciataggine unica inizia a fissarla lei dopo poco riprende a muoversi, l’acqua calda, il cazzo nella fica, i ditalini di prima l’ovetto che l’ha fatta bagnare per tutta la cena, le avevano fatto perdere ogni tipo di freno, poi si aggiungeva la presenza del ragazzo, a lei ha sempre eccitato l’idea di essere spiata e guardata mentre scopava quindi approfitto della situazione e iniziò a godersela scopando come una matta, il ragazzo mise una mano in acqua e dal movimento si capì perfettamente che si stava tirando una sega, d’un tratto si alzò e si mise seduto sul bordo della vasca e continuo a farsi una sega la situazione era reale lui e lei stavano scopando davanti ad uno sconosciuto che si stava facendo una sega davanti a loro mentre li guardava. La situazione si era scaldata, ormai erano in un turbine di emozioni lei godeva lui la scopava e il ragazzo si segava nel vederli. Lui non sembrava ne infastidito dalla situazione ne prossimo a venire , sapeva che la situazione era una fantasia della sua donna e non disse niente anche perché lei godeva ormai in continuazione.
Lei stava cavalcando il suo uomo in maniera straordinaria, il ragazzo osò di più e si avvicinò alla coppia che già gli aveva regalato tanto,ma sperava in qualcosa di più, si avvicinò e la sfiorò, lei ebbe un sussulto si chinò sul l’orecchio del suo ragazzo e pronuncio il suo nome.
Lui aveva visto e gli rispose: tranquilla se vuoi lo mando via.
Lei no disse niente. La tranquillizzò e la iniziò a baciare con passione. Il ragazzo intanto inizio ad accarezzarla sulla schiena sul collo fino ad agganciarla sul seno. A quel punto Lei si ritrovò impalata sul cazzo del suo ragazzo che la baciava con passione e uno sconosciuto che la abbracciava da dietro e le stringeva il seno, era stretta in un sandwich tra il suo uomo è uno sconosciuto. Ad un tratto inizio a sentire il cazzo del ragazzo che le premeva sul lato del culo, lei si eccito e si chinò verso l’orecchio del suo uomo e gli disse: sento il suo cazzo è grosso e duro.
Lui le rispose:
Se ti dà fastidio lo faccio allontanare.
Lei da prima non rispose, poi disse:
No non mi da fastidio.

Il ragazzo intanto inizio ad accarezzarla sulla schiena sul collo fino ad agganciarla sul seno

Intanto continuava a godersi i baci e il cazzo del suo uomo. Il ragazzo intanto continuava ad accarezzarla e con una mano scese fino al buco del suo culo cominciandolo a massaggiare.
Lei lo disse al suo ragazzo, poi continuò e gli disse:
Mi sa che mi vuole scopare il culo.
Lui le rispose: lo allontano?
Lei non rispose era troppo eccitata, infondo era il suo sogno avere due cazzi che la sfondassero e la riempissero per bene si stava per avverare il suo sogno di una doppia penetrazione, come lo aveva vissuto la sua amica, esperienza che l’aveva sempre incuriosita, infatti la racconto anche al suo ragazzo e lui capì subito che anche a lei sarebbe piaciuto. poi lei era vanitosa gli piaceva essere osservata e sentirsi al centro dell’attenzione, poi quella era la situazione ideale, infatti non concedeva spesso il culo al suo uomo, ma ora era diverso, aveva la fica già piena e godeva già, e quando comincia a godere è capace di fare anche un orgia con 10 cazzi che se la pompano.
Il ragazzo dopo averle massaggiato per bene il buchetto e inserito due dita che avevano provocato in lei il primo orgasmo, estrasse il cazzo e lo punto sul buco del culo. Lei eccitata come non lo era mai stata si piegò ancora di più verso il suo uomo dando un chiaro invito e un’agevolazione al ragazzo per farsi inculare, si avvicinò all’orecchio del suo uomo e disse: ….lo voglio dentro.
Mentre diceva questo, il ragazzo dietro cominciava a spingere e lei emise un gemito di godimento incredibile. E disse: ….è entrato! Il ragazzo continuo a spingere e lo mise tutto dentro. Lei si avvicinò all’orecchio del suo ragazzo e gli disse: è entrato tutto lo sento, li sento tutti e due sto impazzendo.
Lui le rispose: lo so, lo sento dal mio cazzo si quasi toccano dentro di te. Cominciarono a stantuffarla insieme, lei ormai aveva un orgasmo continuo, orgasmi multipli a ripetizione era in estasi non le sembrava possibile godere così tanto, dopo qualche minuto di questo godimento, il ragazzo si chinò verso di loro e disse:
Voglio la tua fica, poi rivolgendosi al suo ragazzo gli disse:
Falla girare! A quel punto lui tirò fuori il cazzo dal culo di Lei e lei ebbe un sussulto, era totalmente in trans si lasciava fare praticamente di tutto, il ragazzo la prese per i fianchi e la tirò via dal cazzo del suo uomo, lei in trans completamente, fu solo in grado di dire: noooo ridatemeli. Il ragazzo la giro di fronte a se e la accompagno verso il cazzo del suo fidanzato
Lui prese il suo cazzo con una mano e lo accompagnò nel culo della sua donna, entrò facilmente, il buco era già bello largo, dopo il servizietto fatto dal ragazzo, aveva stantuffato la ragazza a dovere, a quel punto il ragazzo dopo averla fatta distendere sul suo ragazzo, prese il suo cazzo lo Poggio sul ventre della ragazza vicino al suo ombelico e lo fece scivolare piano piano fino sulla fica, arrivato lì, lo fece strusciare prima tra le labbra inzuppandolo bene degli umori della fica e poi senza troppi complimenti lo spinse dentro in un colpo solo, Lei si sentì letteralmente aprire in due e ebbe un orgasmo immediato, poi il ragazzo iniziò a pomparle la fica come un toro, il cazzo entrava e usciva e a ogni colpo Lei si sentiva riempire, in più aveva sempre il cazzo del suo uomo che gli riempiva il culo e gli dava una fantastica sensazione di essere posseduta.

in più aveva sempre il cazzo del suo uomo che gli riempiva il culo e gli dava una fantastica sensazione di essere posseduta

Lei stava impazzendo dal numero di orgasmo ripetuti che aveva. Il suo ragazzo mise una mano davanti e iniziò a massaggiarle la fica e con le dita poteva sentire bene il cazzo che stava scopando la sua donna, mise la mano sul cazzo del ragazzo le sussurro: hai ragione è bello duro e ha le palle piene di sborra preparati a riceverla, questo ti allaga.
Lei giro la testa per cercare le labbra del suo Uomo e iniziò a baciarlo. Il ragazzo dopo qualche istante si avvicinò all’orecchio della ragazza e le disse:
Adesso preparati ti faccio assaggiare una cosa.
Il ragazzo uscì dalla fica, si mise di fianco a loro e iniziò a puntare il cazzo verso la bocca della ragazza, solo che i due si stavano ancora baciando, ma il ragazzo stava per venire era pronto, ad un tratto il ragazzo spinse più forte entrando praticamente con il cazzo nel loro bacio, I due si ritrovarono praticamente con il cazzo del ragazzo tra le labbra, stavano insieme facendo un pompino al ragazzo che sembrava apprezzare le labbra di entrambi. Il ragazzo poi prese la testa di Lei e disse: prendilo e bevi.
Il ragazzo gli mise il cazzo in bocca mentre il suo ragazzo la leccava e dopo un po le verso in bocca una quantità incredibile di sborra, lei sentiva tutte le contrazioni del suo cazzo con tutti gli schizzi caldi e la bocca gli si riempì di crema bianca, il ragazzo soddisfatto si tirò in dietro e Lei riprese a baciare il suo ragazzo, ancora non ingoiava niente voleva condividere con Lui tutta quella crema, diede al suo ragazzo un bacio pieno di sborra, continuarono a baciarsi, gli passò parte della sborra e se la succhiavano a vicenda, la cosa li eccitava da morire. Lui nel frattempo le continuava a massaggiare la fica fino a quando non gli riempì il culo di sborra.
Lei era sfinita non aveva mai goduto così tanto si sollevò si girò e si abbracciarono e disse: mi sento i buchi larghi ho goduto da morire raccolse una goccia di sborra dalle guance di Lui con la lingua e la mise nella sua bocca baciandolo ancora, si rilassarono un po e poi andarono via

Commenti [35]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *