una richiesta molto particolare

Hits: 0

Ciao sono Gianluca, dalla provincia di Varese, ragazzo normalissimo come molti altri, ma molto simpatico e amante del piacere e del sesso. Beh non sono nè Rocco (x dimensioni) nè brad pit (x bellezza e numero di donne), ma me la cavo benissimo con le donne. Sono già passate due settimane da quanto una coppia di miei amici mi ha invitato a casa loro x mangire 4 spaghetti in compagnia, non è la prima volta, ma rimango un po’ sorpreso quando mi accorgo che saremmo stati solo noi 3 quella sera. Penso che gli altri amici non siano venuti x impegni vari e non ci penso più. Subito capisco che c’è tensione nell’aria, infatti sia Giovanni che Federica continuano a punzecchiarsi e a rispondersi male a vicenda, al punto che gli dico che se avevano necessità di discutere me ne sarei andato senza problemi. Subito Fede mi dice che tanto ne avrebbero potuto parlare x ore giorni o mesi, ma il loro problema non si sarebbe mai risolto. Io inconsciamente gli dico che forse ne dovevano parlare con altre persone, giusto x sentire un altro punto di vista, e lei rispose che l’argomento era molto delicato e Giovanni non voleva che altri lo sapessero. Allora desistetti nell’offrire il mio aiuto e continuammo la cena come se niente fosse. Ad un certo punto il putiferio (x fortuna che abitano in una casa singola e appartata), giovanni guardando le veline di striscia la notizia si fa scappare la frase, cazzo però sono proprio fighe, chi sa che troia che saranno a letto. Fede scoppiò la sua rabbia e frustazione di quel periodo su Giovanni e me. Ma che cazzo stai dicendo, che fai ti arrapi guardando quelle troiette e poi quando mi devi scopare non ti resta duro? E dillo al tuo amico che sono 3 mesi che non scopiamo perchè ti si ammoscia, digli che ho dovuto comprarmi un cazzo finto x sfogare e rallegrare la mia figa perchè tu sei un fottuto impotente…. Cazzo non avevo mai visto Fede in questo modo, non le avevo neanche mai sentito dire delle volgarità, presa forse dallo sconforto e dalla rabbia scoppiò a piangere e si chiuse nel bagno. Inutili furono i miei tentativi di farmi aprire, e non mi restò che parlare con Giovanni.
Lui mi disse che era tutto vero, che era un periodo che si eccitava molto ma al momento giusto gli si smosciava, e non capiva il perchè. Mi dicava che quelle rare volte che è riuscita a scopare la giovane moglie fu quando immaginava che con loro ci fosse qualcuno altro che si scopasse la moglie con lui. Insomma mi disse che cazzo ci posso fare se mi eccito solo al pensiero che mia moglie scopi con altri? Io ingenuamente gli dissi, ma scuasa ma non l’hai detto a Fede? Lui mi disse che quando ci ha provato non gli ha parlato x una settimana. Continuammo a parlare e a discutere quando dopo circa un’ora uscì Fede dal bagno, io dissi che me ne stavo andando così potevano discutere con calma, e lei mi disse se potevo restare, ormai avevo scoperto tutto e tanto valeva che rimanessi. Discutemmo x un’ora abbondante e io cercavo di fare da giudice quando ad un certo punto Giovanni si alzò andò verso Fede e la Bacio’ con una foga incredibile, lei ricambiava il tutto e rimasimo tutti e 2 sconvolti quando si abbasso i pantaloni e ci fece vedere il suo cazzo 18 cm bello duro. Fede gli disse cosa stava facendo e lui le rispose che stava pensando a lei mentre scopava con me mentre lei glielo succhiava. Io diventai paonazzo, poi aggiunse, Fede sono forse malato, ma io mi eccito solo in questo modo, perchè per una volta non proviamo a scopare con un altro uomo x vedere come va. Lei forse desiderosa di quel cazzo, desidorosa di sfogare i suoi ardori gli disse ok. Entrambi si giraro verso di me e mi chiesero se volevo fargli questo favore. Inizialmente balbettai qualcosa, ma quando Fede si spogliò davanti a me mostrandomi quella bella fighetta bionda come i suoi capelli non resistetti e accettai. Subito Giovanni la prese e la fece sdraiare sul tavolo, e mi invitò a leccarle la figa, io stupidamente chiese il permesso a Federica e lei ridendo mi disse che avevano fatto una scelta, che potevo fare tutto quello che volevo, e ribadì tutto quello che vuoi, e aggiunse del resto Giovanni non potrà dirti nulla visto che io lo sto facendo per lui. Le aprì le cosce e subito sentì un profumo intenso provenire dalla sua fighetta, e passando la lingua all’interno delle sue cosce quando arrivai alla fighetta la trovai veramente baganata e super odorosa. Quel profumo mi entò nel cervello come uno stupefacente e subito infilai la lingua dentro, la stavo scopando con la lingua, mentre i suoi gemiti strozzati dal cazzo del marito in gola aumentavano sempre più fino aquando venne nella mia bocca. Incredibile il suo orgasmo durò per più di 5 minuti tra urla e incitamenti. La feci scendere dal tavolo e la feci mettere a pecorina, senza dirle nulla le infilai il mio cazzo dentro e iniziai a cavalcarla, mentre lei spompinava il marito. Godeva e mi faceva godere, e il marito mi incitava a cavalcarla, poi mi avvicinai all’orecchio e le dissi se voleva provare il cazzo del marito, lei mi disse di si ma aveva paura che si si sarebbe smosciato. Le dissi sono certo che non si smoscerà anzi sarà super eccitato dopo che avrà visto come ti inculo. Lei si fermò un attimo e mi disse che era vergine e che aveva paura, ma come pensavo il marito la incitò e lei vide la sua eccitazione quando la cappella del marito si ingrossò come mai non l’aveva vista. Mi ficcai con la lingua sul suo buchetto e piano piano la infilai dentro, aiutandomi a divaricare quellìorifizio con un dito. Quando anche il secondo dito entrò e si muoveva con una certa facilità feci un cenno al marito, che si sdraiò per terra, e subito la moglie si impalò su quel cazzo. Per paura che si smosciasse incitavo il marito dicendogli che ben presto avrebbe sentito anche il mio cazzo sfiorare il suo. Feci piegare un po’ Federica mentre Giovanni la scopava, e mentre le masturbavo il culo, e sentivo sulle mie dita il cazzo del marito nella figa, attesi l’orgasmo di Fede che arrivò improvviso e potentissimo. Si contorceva, ringraziava il marito e me, me e il marito, ma ben presto la portai alla realtà, la spinsi sul petto del marito e le infilai con una certa difficoltà il cazzo nel culo. L’urlo che udimmo ci fece capire che ero arrivato alle palle, nonostante le mie normali dimensioni. Come il marito sentì il mio cazzo esplose la sua eccitazione nella figa della moglie, che fu colta da un altro orgasmo. Scopai Fede nel culo x una decina di minuti e poi le volli venire in bocca con la scusa che era l’unico buco che non avevo ancora provato. Appagati, distrutti ma contenti ci dirigemmo in bagno x fare una bagno nell’idromasaggio. Quando uscimmo notammo che Giovanni aveva ancora il cazzo duro e ci disse che stava pensando a me con la moglie. Io ridendo gli disse non vorrai mica che mi strasferisco da voi per farti scopare tua moglie? Non ci crederete, un’ora fa mi hanno chiamato in ufficio chiedendomi se volevo passare da loro questa sera e se volevo vivere da loro, si amano alla follia, e solo grazie a me che riescono a scopare….
Ho chiesto una settimana di tempo x decidere, (sono findanzato e non so cosa inventarmi) ma gli ho assicurato che questa sera avrei scopato con lui la moglie, poi ho aggiunto ho proprio voglia di un culetto stretto stretto…

Commenti [22]