uno dopo l’altro. Parte 2

Hits: 10

Da quel famoso mese di giugno dove mia moglie Erica ebbe la piacevole esperienza di avere me e Fernando tutti per Lei, ormai nei fine settimana quando le due famiglie si incontravano era inevitabile parlare di tale incontro con piacevoli intercalari di Erica che destavano in Elisa un forte desiderio sessuale e la voglia di volerci provare anche Lei al più preso.
L’occasione si presentò nel mese di Agosto quando mia moglie dovette accompagnare la mamma dalla sorella e con l’occasione vi rimaneva qualche giorno. Io in ferie non potevo seguirle perchè da mia cognata, abitando lei con il marito e due figli, a mala pena c’era posto per mia suocera e mia moglie.
Mentre parlavamo in uno dei soliti incontri tra amici, Elisa disse Erica visto che Filippo rimane da solo può venire da noi nella nostra villetta per farsi un pò di mare ed io provare questa eccitante relazione a tre che tanto ti ha reso felice e che vuoi ripetere.
Vista l’insistenza di Fernando ed Elisa accettai volentieri.
Il giorno prima di partire mia moglie dopo avermi spogliato, e depilato il cazzo, durante un rapporto mentre mi toccava e segava l’asta ha detto sai sono gelosa che questo bell’attrezzo deve essere usato in un’altra figa che non è la mia. Tesoro le risposi tu non hai goduto quando hai ospitato nella tua vagina la mazza di Fernando tanto da voler ripetere l’esperienza? quindi non dovresti essere gelosa se la tua amica Elisa vuole anche lei provare questa esperienza. Mi bacia la cappella, la lecca ben bene, si fa leccare la figa e poi inizio a pomparla durante queste fasi mi dice mi raccomando fatti onore con Elisa falla godere così sarà invidiosa che io mi merito un marito come te, continuo a pomparla ormai è in estasi emette piccoli gridolini di piacere fino a quando non le scarico il meglio che ho, se lo sfila, e me lo pulisce con la lingua dicendomi mi raccomando non fare brutta figura con Elisa.
Il giorno dopo mia moglie parte ed io con la mia auto vado a casa di Fernando ed Elisa, una bella villetta vicina al mare ben riparata da occhi indiscreti ed immersa in una pineta ultrasecolare. Mi presento verso le dieci, mi viene ad accogliere Fernando al quale lascio le bottiglie di Champagne ed il classico dolce appena acquistato dalla pasticceria. Dopo aver chiuso la porta compare Elisa, una bomba sensuale di donna, che ha indosso un reggiseno fatto con pellicola trasparente da alimenti che mostra in tutta chiarezza il suo splendido seno con due capezzoli tesi e grossi quanto un pollice, ed una specie di tanga anch’esso in pellicola trasparente che fa vedere la sua magnifica fica con poca peluria ben curata, un culo mozzafiato e due belle gambe. La saluto baciandola in bocca e slinguando e mentre il marito è in cucina a riporre nel frigo il dolce, mi dice toglimi al più presto questa pellicola perchè fa caldo. Un caldo bacio mozzafiato ed inzio a srotolare Elisa che subito si ritrova completamente nuda. Sopraggiunge Fernando che mi invita, visto il caldo che c’è a svestirmi, cosa che lascio fare a Erica la quale mi denuda completamente. A questo punto il mio amico dice, scusatemi, mentre voi provvedete ai convenevoli ed ai vari approcci e preliminari io provvedo a cucinare se no a mezzogiorno non mangiamo.
Elisa ed io siamo nudi ci adagiamo sul letto matrimoniale, prima Elisa guarda il mio pene e rimane sbalordita dalle sue dimensioni (effetto ottico perchè depilato e lucidato dall’unguento ritardante di sbora) poi lo prende nella sua calda bocca, lo lecca, lo scappella, vi ci passa la lingua sullo spacchetto, se lo infila fino al massimo che può, lo lecca lungo tutto il filetto, ci mettiamo a 69 io inizio ad accarezzarla ed baciarla la fica che è fradicia dei suoi umori, con la lingua giochicchio con il clitoride, ansima e geme ed io lecco con forza, con le mani stringevo con forza il suo sedere per darmi ancora più forza fino a quando lei raggiunge l’orgasmo, non mi accorgo che Fernando ci guarda palpando la moglie che gli inizia a fare un sega, interrotta perchè deve controllare ciò che sta cucinando. Elisa si alza, per riposizionarsi su di me ed inizia con i capezzoli dei suoi seni a strusciarli lungo tutto il mio corpo (che goduria), poi appoggia la sua fica sul mio pene ed inizia a strofinarla, senza farsi penetrare lungo la mia asta, poi si alza si infila il mio cazzo nella fica ed inizia a farmi uno smorza candela facendo su e giù ad un attratto inizia a gemere, poi dice mi piace hai uno splendido attributo, vibra tutta, sembra posseduta da forze soprannaturali ed ecco che lancia un urlo sei forte, così bravo, continua e mentre sopraggiunge Fernando ecco che spruzza un getto forte di un liquido tipo pipì, mi bacia e si accascia dicendo al marito hai visto mi ha fatto squirtare, mentre dal mio pene, al massimo della sua erezione usciva una copiosa ed abboddante sborrata che si mischiava al suo squirt rendendomi, per quella chiavata, felice ed appagato. Fino ad oggi Elisa disse nessuno mi ha fatto squirtare se non masturbandomi. Fernando la baciò, la palpò e disse dopo che vi fate la doccia ci sediamo a tavola per mangiare.
Ci lavammo io usavo il docino ponendolo al massimo dello spruzzo inondandole la fica mentre la mastubavo facendola nuovamente godere ed ottenere un altro orgasmo, mentre Elisa usava la sua lingua per pulirmi l’uccello, baciarmi e leccarmi le natiche fino a farmi sborrare nella sua bocca che accolse con piacere il mio liquido che ingoiò tutto succhiandomi l’asta per far uscire tutto il seme massimo possibile.
Una volta lavati ed un pò esausti andammo a mangiare. Antipasto di frutti di mare ed ostriche, spaghetti all’astice, astice per secondo, frutta, tiramisù e gelato.
Poi nudi ci mettemmo sulle amache a riposarci per poi continuare nel pomeriggio nei nostri giochi erotici. Elisa era al settimo cielo ed ansiosa di provare a farsi chiavare da due uomini contemporaneamente così come più volte le aveva raccontato la sua esperienza mia moglie Erica.
Dopo aver riposato verso le sei pomeridiana Elisa inizia a palparci invitandoci in camera da letto. Prende subito il cazzo del marito dicendo Fernando usa bene il tuo attrezzo, fammi godere, glielo lecca, lo struscia tra le sue cosce e so lo infila in fica mugolii e urla di piacere, io le tasto ed accarezzo i seni, lei mi tiene a se tenendo in mano la mia asta già ben dura. Fernando viene quasi subito sborrandole e si sdraia sul letto ed io prendo il suo posto infilando il mio pene nella fica di Elisa che mi bacia in bocca slinguando e tirandomi a se. La pompo dandole il massimo di colpi secchi e sussurrandole nell’orecchio mi piace chiavarti sei una bella donna, non mi stancherei mai di farlo uscire da questa meravigliosa galleria, mentre lei diceva ansimando – ti prego non fermartiiiii!! e mentre dal mio cazzo teso al massimo usciva una copiosa sbora Elisa inizia a vibrare ed urlando sei uno stallone squirta per la seconda volta nella giornata. Ci accasciamo sfiniti. Dopo mezzora Elisa dice Fernando se mi vuoi bene mi devi fare chiavare più spesso con Filippo, mi fa sentire una vera donna, mi fa vedere le stelle mentre mi infila il sua bastone tra le cosce, mi fa godere.
Ci alzammo dal letto ed andammo a farci una doccia ristoratrice. Verso le 20 ricevemmo una telefonata da parte di Erica a cui rispose prima Fernando dicendole che se le cose continuavano così lui avrebbe perso la moglie e lei il marito con successiva risata, poi mi passò il telefono e mia moglie disse spero che stia comportando bene e che stai facendo godere Elisa ed io chiedilo a lei passandole il telefono. Con voce calda e sessuale Elisa le disse hai uno stallone che mi ha fatto squirtare, devi farmi chiavare spesso da Filippo e non essere gelosa se te lo rapirò per farmi godere.
Ospite di Elisa e Fernando rimasi per quattro giorni dove provammo di tutto anche la doppia penetrazione in contemporanea un uomo in fica e l’altro nel culo. Furono giorni di caldo sia come temperatura esterna e sia come giornate di sesso dove raggiungemmo il massimo dell’orgasmo rimanendo tutti e tre ampiamente soddisfatti.
Dopo quest’incontro ce ne sono stati altri tra noi quattro che ormai siamo diventati due coppie affiatate e dei veri porcellini del sesso sfrenato.

Commenti [43]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *