uno dopo l’altro. Parte 3

Hits: 17

Dopo le splendide ed indimenticabili esperienze, già raccontate nel mese di maggio e di luglio del corrente anno, di mia moglie Erica ed Elisa (moglie di Fernando), avute con me e Fernando, ormai nei fine settimana quando le due famiglie si incontravano era inevitabile parlare dei nostri piacevoli incontri concludendo la serata con scambi di coppie o chiavate a tre.
In uno dei fine settimana in prossimità delle ferie estive Erica propose di andare in vacanza per quindici giorni tutti insieme in un villaggio turistico per nudisti per divertirci un pò e per esaminare da vicino altri corpi che potessero essere di nostro gradimento per eventuali incontri sessuali.
Dopo ampie discussioni in merito si optò di assecondare la proposta di Erica e decidemmo di prendere un unico appartamento con sei posti letto (due eventualmente per gli ospiti) in modo che in esso potevamo tranquillamente soddisfare le nostre esigenze sessuali tra me Erica ed Elisa e fra Ferdinando Elisa ed Erica. Ponemmo inoltre alcuni paletti nell’eventuale scelta di altri partner ossia dovevano essere di gradimento per tutti e quattro.
Accettata la proposta Erica subito iniziò a baciare con passione me e Fernando dicendoci che l’avevamo fatta felice e contenta per la seconda volta mentre Elisa diceva maschietti fate attenzione che se ci piace uno che ci soddisfa meglio di voi potreste pentirvene anche se penso che sarà difficile almeno per me e rivolgendosi a mia moglie disse mai nessuno, nemmeno Ferdinando, mi ha fatto provare sensazioni di massimo piacere e fatta godere come lo fa tuo marito. Mi si avvicina mette la mano sul mio uccello, mi da prima un bacio in bocca e poi dice mi sto elettrizzando portami di la e fammi godere. Non me lo feci ripetere subito la presi per mano e la condussi in camera da letto dove Elisa iniziò a sbottonarmi i pantaloni ed io i suoi indumenti in breve rimanemmo nudi. Prese subito in mano la mia mazza che diventava sempre più possente e dura e maneggiandola con cura e leccandola con piacere disse penetrami e fammi squirtare come solo tu sai fare. Sopraggiunsero Erica e Fernando che nel frattempo si erano denudati anche loro per assistere, palpandosi a vicenda, e compiaciuti dello spettacolo che loro offrivamo io ed Elisa. Volevano vedere la tecnica chiavatoria che usavamo per far raggiungere Elisa allo squirt in quanto mia moglie non riusciva mai a raggiungere tale piacere e Fernando non era in grado di far squirtare la moglie Elisa. Mentre loro guardavano attoniti Elisa vibra tutta, sembra posseduta da forze soprannaturali ed ecco che lancia un urlo, così bravo, continua e spruzza un getto forte di un liquido tipo pipì, dicendomi solo tu mi fai godere così tanto facendomi squirtare. Erica rivolto a Ferdinando disse chissà se quest’estate troverò un bel cazzo che mi potrà concedere i piaceri che Filippo offre a tua moglie e non a me forse si è troppo abituato alla mia fica e non lo solletica più di tanto con risatine di tutti. Fernando ormai eccitato iniziava a chiavare Erica che ci chiedeva se la loro posizione era giusta e se le potevamo dare consigli in merito per farle raggiungere il massimo del godimento. Raggiunti i loro orgasmi ci lasciammo affidando l’incarico a Erica di prenotare presso il villaggio turistico per nudisti da lei prescelto.
La mia cara e dolce moglie provvide a contattare l’agenzia turistica e farsi assegnare una miniresidence con sei posti letto a ridosso del mare sito in un villaggio esclusivo di Cap D’Agde in Francia ove l’ingresso era riservato esclusivamente alle coppie maggiorenni per il periodo dal 1 al 15 luglio.
Tre giorni prima della partenza riunione a casa mia con Ferdinando ed Elisa in quanto Erica doveva impartire le regole e gli atteggiamenti da tenere nel villaggio cosa che fece con dettagliata precisione. Distribuzione del rossetto da utilizzare sulla fica con dettagliata modalità d’uso, distribuzione della soluzione lucidante e ritardante da spalmare sui nostri peni per una migliore erezione e durata della stessa con ritardo dell’eiaculazione, una pomata da applicare sempre sui nostri peni per evitare l’ erezione da utilizzare il primo giorno in spiaggia e quando si rendeva necessario, varie creme solari da applicare sui genitali, sui seni e sul corpo, creme lenitive da usare dopo le depilazioni, crema sbiancante per il culo nonchè modalità e regole che ci proponemmo per ottenere eventuali incontri con altri partner ed infine incontro il giorno prima della partenza presso la nostra abitazione per la depilazione completa di fiche, membri maschili ed utilizzo della crema sbiancante per il trattamento del culo.
Alle 10 del giorno prima della partenza ci ritrovammo a casa ed iniziammo la depilazione. Le femminucce con le forbici ed il pettine provvidero a tagliare i peli prima ai propri mariti e successivamente Erica ad Elisa e viceversa notammo subito il loro eccitamento quando le due donne iniziarono a tagliarsi i loro peli in quanto si eccitavano a toccarsi la fica sbaciucchiandosi e leccando le loro nature con gridolini e frasi del genere solo lo stesso sesso può far raggiungere orgasmi da capogiro. Il compito di Ferdinando era quello di rasare con il rasoio elettrico le fiche di Erica ed Elisa, ed il mio pene ed io il suo e qui altra eccitazione tra le donne e Ferdinando mentre una certa riluttanza nel toccarci i nostri genitali per far scivolare il rasoio. Poi venne la parte più delicata l’uso del rasoio con lametta da parte mia. Prima mia moglie iniziando ad insaponarla con un accurato massaggio che già la fa godere, poi le passo il rasoio dandole nuove sensazioni di piacere ad ogni passaggio della lama ed infine le infilo due dita nella fica per stendere la pelle per far meglio scivolare il rasoio dicendole di stare ferma per non tagliarsi. Durante questa fase mi blocca, mi prende l’uccello ed inizia a farmi una meravigliosa sega che data la mia eccitazione subito si traduce in una gran sborrata sul suo corpo. Erica si spalma il mio prodotto dicendomi questo è il sapone che devi togliermi con la lametta e con la tua lingua dopo essere anche lei esplosa in un grosso orgasmo. Continuo il lavoro ed è la prima ad essere depilata. Non si vede più nessun pelo tra le sue cosce.
Fernando le passa la crema lenitiva accarezzandola e facendola toccare anche da Elisa per far notare come era liscia la pelle di Erica, mentre quest’ultima iniziava a spalmare con la crema sbiancante il culo di mia moglie.
Passo successivamente ad eliminare i peli di Elisa la quale ha una carnagione molto delicata e sensibile, già lo si nota mentre la massaggio con il pennello insaponandola, si muove e nel contempo emette gridolini di piacere ed io da sadico le dico deve ancora arrivare il meglio, la lama, che ti farà godere fino al massimo ed inizio a passarle il rasoio delicatamente facendole sentire brividi di piacere al contatto freddo della lama sulla pelle. Elisa inizia a muoversi troppo, mi fermo perchè è divenuto impossibile continuare a rasarla e lei in preda al godimento mi afferra l’uccello, lo masturba un pò e poi mi succhia le palle e in un batter d’occhio il pisello diventa un grosso randello lo lecca dalla base fino alla punta, poi prende a giocare col filetto. Mi passa la lingua su tutto il glande ed ecco in breve viene un fiume di sborra che si riversa in gola, nel frattempo vedo che si è calmata e riprendo a raderla, le infilo due dita nella fica per stendere la pelle per far meglio scivolare il rasoio dicendole di stare ferma per non tagliarsi, riesco a completare l’operazione mentre viene colta dal massimo dei suoi piacere lanciandomi un grosso squirt in faccia che assaporo. Finalmente appagata si rilassa ed io finisco la mia operazione con lei eseguendo piccole rifiniture di rasatura sulla sua pelle. Me l’ammiro soddisfatto, non c’è più nessuna traccia di peli, le accarezzo la fica che faccio toccare a mia moglie ed al mio amico che si congratulano con me che ormai sono diventato esperto nell’uso della lametta e passano successivamente a massaggiare con la crema lenitiva le parti rasate ed ad usare la crema sbiancante sul culo di Elisa.
Ora viene la parte più antipatica rasare Ferdinando e poi farmi rasare da quest’ultimo però data l’ora tarda decidiamo di rivestirci e di pranzare per poi proseguire nella nostra opera nella speranza che durante il desinare le nostre donne si convincano che per noi la nostra rasatura già effettuata con il rasoio elettrico è più che sufficiente.
Durante il pasto ebbi modo di esprimere la mia idea dicendo che per noi maschietti non era necessario la depilazione con il rasoio con le lamette, ma subito fui ripreso dalle nostre fanciulle che dissero bisogna prima vedere e poi decidere, lo faremo dopo aver pranzato e riposato un pochino. Feci presente che mi imbarazzavo a farmi toccare l’uccello da un altro uomo che doveva spostarmi l’asta per meglio depilarmi. La risposta fu rapida di Elisa se tutti gli uomini si dovessero imbarazzare e/o schifarsi di toccare un pene allora non ci sarebbero più medici o infermieri che, pur non essendo gay, per lavoro e per il benessere dell’essere umano toccano non solo le parti genitali, ma anche altre parti del corpo e di certo non infilano un dito nel culo di un uomo se non per verificare lo stato prostatico e non per divertirsi. Anche Erica si associò ad Elisa spiazzando ogni mio argomentazione nel merito promettendo che mi avrebbero aiutato durante la rasatura a muovere i nostri peni secondo gli ordini impartiti dal rasatore.
Dopo pranzo e un breve riposo ci denudammo Erica ed Elisa accarezzarono l’inguine sia mio che di Fernando ed i glutei dicendo che era necessario provvedere alla rasatura con il rasoio a lama invitando a verificare la loro pelle sia sui glutei che sull’inguine e successivamente la nostra in modo da renderci conto che necessitava proseguire nell’operazione.
Insaponai Ferdinando facendo spostare l’attrezzo sia da Erica che da Elisa, quindi passai con accuratezza alla rasatura e verso la fine di quest’ultima Fernando che era trastullato dalle fanciulle che gli tenevano il cazzo in tiro in breve vene in un fiume di sborra che dalle due donne fu indirizzato verso il mio viso e fui colpito in pieno.
Mi incazzai, ma mi resi conto che i tre ad ogni mia incazzatura se la ridevano e Fernando diceva Elisa ed Erica l’hanno indirizzato verso di te. Dopo esserci calmati le due donne provvidero a ripulirmi dicendo che poi non era successo nulla di grave.
Fu poi la volta di Fernando che iniziò ad insaponarmi con l’aiuto della mia e di sua moglie ormai disperato chiusi gli occhi per non vedere cosa succedeva ed Erica disse amore stai calmo che provvedo a farti rilassare. Iniziò a manovrare l’asta durante il passaggio del rasoio e ad ogni rasata il mio cazzo veniva preso in bocca e leccato con piacere cosa che trovai piacevole anche perchè sapeva farmi toccare sensazioni di vero benessere, ed Erica disse non appena stai per venire avvisami. In breve sborrai una quantità enorme che finì nella bocca di colui che mi stava leccando l’asta e che sputò con rabbia il mio prodotto solo allora mi resi conto che quel lavoretto era stato fatto da Fernando. Questa volta ci incazzammo in due e ce la prendemmo con le nostre signore che per addolcirci dissero ora bisogna passare la crema lenitiva e provvedere allo sbiancante del culo e vedrete che da domani ci sarà un’altro bel divertimento.
Ci rivestimmo ci salutammo dandoci appuntamento per le nove sotto casa di Elisa e Fernando per partire verso la nostra destinazione.
Per ora mi fermo nella descrizione che riprenderò prossimamente per raccontarvi i quindici giorni trascorsi nel campo nudisti.

Commenti [71]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *